Tentano il colpo in una casa e si nascondono nella tromba dell’ascensore: presi

0

PISA – Questa notte la Polizia di Stato di Pisa ha tratto in arresto due cittadini georgiani per tentato furto in abitazione e possesso di arnesi atti allo scasso.

Introno all’1.30 la Sala Operativa della Questura ha ricevuto una telefonata da parte di un solerte cittadino che aveva visto, in questa via Galluzzi, due soggetti incappucciati che, dopo aver scassinato con degli arnesi la porta d’ingresso di un condominio di numerose famiglie, hanno fatto l’ingresso all’interno del medesimo.

Immediatamente è scattato l’allarme e quattro poliziotti della Squadra Volante, diretta dal Commissario Capo Fabrizio Valerio Nocita, si sono diretti verso l’obiettivo a bordo di due Pantere.

All’arrivo, mentre due agenti sono rimasti fuori a vigilare l’esterno, altri due hanno fatto irruzione all’interno dell’edificio per iniziare l’operazione di bonifica. Verificata l’assenza di segni d’effrazione sulle porte dei singoli appartamenti, gli agenti hanno considerato che i due ladri segnalati, probabilmente, non erano riusciti a perpetrare il furto grazie al tempestivo intervento della Polizia.

In ogni caso, non potevano essersi volatilizzati in così poco tempo. Perciò dopo aver attentamente verificato il lastrico solare e i cantinati, i poliziotti si sono concentrati sull’unico punto ancora non verificato: il vano ascensore.

Azionato l’ascensore i due poliziotti, una volta aperta la cabina ormai giunta al piano, hanno stanato all’interno i due soggetti incappucciati con ancora gli arnesi in mano.

I due malfattori, due georgiani di 25 e 30 anni senza precedenti e appena arrivati in Italia, sono stati immediatamente immobilizzati, disarmati e arrestati per tentato furto in abitazione e possesso di arnesi atti allo scasso.

Per evitare l’arresto, i due malviventi avevano anche iniziato, senza riuscirvi, a smontare il pannello superiore della cabina dell’ascensore per scappare attraverso la tromba dell’ascensore, arrampicandosi sui cavi, ma sia grazie all’intervento tempestivo della Polizia che a causa del fisico non troppo atletico di uno dei due, il tentativo di fuga estrema non è andato in porto.

Il Pm di turno ha disposto il trattenimento in camera di sicurezza dei due arrestati in attesa del rito direttissimo.

Questa mattina, alle ore 10, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto l’immediata liberazione senza obblighi in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: