Tentato furto e violenza a pubblico ufficiale: arrestato algerino

LUCCA- Ieri pomeriggio, a seguito di un taccheggio presso il supermercato Esselunga di San Concordio, la volante ha tratto in arresto un cittadino algerino, ABDHAMID Khelife, dell’83, per tentato furto e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

L’algerino, dopo aver riempito il carrello della spesa, si era recato alle casse automatiche dove, dopo aver pagato solo 1 bottiglia di birra, con lo scontrino ricevuto oltrepassava la barriera, ma veniva subito fermato dall’addetto alla sicurezza, che chiamava il 113.
Effettuata la verifica, risultava non pagata merce per 120 euro circa.
Quando gli agenti di Polizia hanno invitato l’algerino a seguirli in Questura per l’identificazione, dato che non aveva documenti, il soggetto con uno scatto fulmineo si è divincolato ed è fuggito all’esterno.

Gli operatori, quindi, si sono posti all’inseguimento dell’uomo in viale San Concordio, schivando le macchine che passavano tra loro e il fuggiasco, fino a quando, dopo circa 200 metri, sono riusciti a bloccarlo.
Ma solo in seguito ad una colluttazione gli agenti sono riusciti ad ammanettare l’algerino, tanto che entrambi gli operatori hanno riportato lievi lesioni ed escoriazioni.
Per questo motivo il soggetto è stato arrestato.
In mattinata la direttissima.