Il tempo ha retto… ma il terzo corso del Carnevale ha sfilato senza le mascherate

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) –  Il tempo ha retto, nonostante i nuvoloni neri. E contro ogni aspettativa il terzo corso del Carnevale di Viareggio è andato in scena. Unica mancanza, rimaste in Cittadella, negli hangar, le mascherate di gruppo e quelle isolate, a causa delle previsioni meteo non rassicuranti che davano in arrivo per le 17 una vera e propria bomba d’acqua.

Incasso da 300mila euro, rispetto al terzo corso dello scorso anno di 420mila, ma i tagliandi staccati dei biglietti cumultativi sono stati ben 22.627, per un incasso pari a 662.211 euro.  Per far quadrare i conti il Commissario Stefano Pozzoli ha ancora tempo, sono due, infatti, le sfilate ancora da fare: domenica 22 febbraio e sabato 28 febbraio. E si spera di arrivare a un milione e 845mila euro: mission non impossible, visto che mancano “solo” 600mila euro.

Tra gli ospiti d’onore, nella tribuna vip, oltre a Sua Eccellenza il Prefetto di Lucca Giovanna Cagliostro, sportivamente in jeans ad ammirare i carri, e il comandante in seconda della Capitaneria di Porto Federico Giorgi, la stella del “pallone”,  l’ex campione del calcio bianconero Paolo Rossi, vincitore del Mondiale nell’anno domini 1982 che, “confessa” a Tgregione.it, era mezzo secolo che non veniva al Carnevale: “Ero un bambino, e dopo 50 anni trovo questo spettacolo ancora più bello”, non quanto quello del calcio, parola di Rossi, peggiorato inesorabilmente.  Poi Katia Bemi, testimonial di Anlaids, presente in piazza Mazzini con uno stand dove, per la prevenzione del virus Hiv, sono stati distribuiti 10mila condom, e una nutrita delegazione di Fiumalbo, guidata dal sindaco Mirto Campi e dall’assessore alla cultura Simonetta Nizzi.

L’appuntamento, per martedi, è in Cittadella con  la diretta RAI.

( Foto di copertina di Samuele Marsili, Fotogallery di Letizia Tassinari )

No comments

*