“Non siamo porchettari”

0

VIAREGGIO – “L’associazione culturale Streetfood è di nuovo in tour da inizio febbraio, in piazza e via Mazzini a Viareggio in occasione del Carnevale, per scelta della Fondazione. I motivi che l’hanno portata a scegliere proprio quella ‘carovana’, distinta dal logo ‘tendina’, è la qualità del cibo di strada tradizionale italiano, l’attenzione alla pulizia e igiene delle cucine mobili e la selezione degli espositori che cucinano a vista”. La nota stampa è di Streetfood: “Molti sono gli artigiani del gusto che producono cibi di strada come tradizione vuole e tra loro non vi è solo la porchetta. Quando è iniziata la riscoperta di cibi poveri o ‘di strada’ e di un’arte culinaria semplice di altri tempi, l’immaginario collettivo ha subito associato la categoria degli ambulanti a generici ‘porchettai’ o ‘paninari’ e ad attività poco attente all’igiene e qualità del cibo. In questi anni, invece, si sono sviluppate aziende di costruzione di veicoli di design che ribaltano la situazione, migliorando la reputazione e l’immagine degli ambulanti”. “Credo che tutto questo comunichi con efficacia igiene e pulizia oltre ad innescare uno sviluppo e una ricerca di miglioramento” – afferma il presidente dell’Associazione Streetfood Massimiliano Ricciarini -:”“Tra i nostri artigiani del gusto vi sono anche chef che hanno scelto la nostra organizzazione per sviluppare nuove idee e passare dalle cucine in sede fissa all’attività itinerante. In alcuni eventi abbiamo collaborato anche con ristoranti in sede fissa. Visti i tempi di crisi degli ultimi anni un settore che emerge e si migliora, che contribuisce in parte a uno sviluppo economico, che aiuta a conservare e riportare in auge tradizioni culturali gastronomiche italiane in via di estinzione e con esse il loro territorio di origine, in cui le attività danno lavoro a familiari e amici che hanno perso il lavoro o dà lo spunto alle nuove generazioni per inserirsi in questo fenomeno, meriti rispetto e considerazione”. E fino al 28 febbreio… Streetfood saà in piazza Mazzini:ono sul sito web www.streetfood.it e sui profili Facebook (Streetfood Italia) e Twitter (@streetfooditaly)

No comments

*