Arriva il caldo, ecco le regole da seguire per i nostri amici pelosi

0

PIETRASANTA  –  ( di Luca Bartelloni, Asd El Perro Loco ) – Sta arrivato il caldo, ecco alcune semplici regole da seguire per i nostri amici a 4 zampe

1. L’importanza dell’acqua

Occorre che il cane e il gatto abbiano sempre a disposizione una ciotola d’acqua che va sostituita più volte al giorno e lasciata in luoghi accessibili ma ombreggiati per mantenerla fresca il più a lungo possibile. L’acqua deve essere fresca, mai ghiacciata!

2. Creme protettive per il naso del cane? No, grazie!

Anche se a volte può capitare di leggerlo, non vanno mai applicate creme protettive sul naso del cane: il suo istinto è quello di leccare per ripulirsi, ma il rischio di intossicazione non è da trascurare. In zone particolari può rendersi necessario l’uso di spray anti-zanzara ma l’applicazione deve limitarsi alle orecchie.

3. No aria condizionata, sì ventilatore

Prestate attenzione all’aria condizionata perché potrebbe essere dannosa per la salute del nostro amico a quattro zampe. È meglio usare un ventilatore orientato verso l’alto così che sposti l’aria e crei frescura senza alterare le condizioni ambientali.

4. Operazione zampe fresche

I polpastrelli sono l’unica zona (oltre la lingua) che i cani e i gatti usano per abbassare la propria temperatura corporea. È una buona idea quindi rinfrescare le zampe con acqua fresca oppure con un panno o una spugna umidi.

5. Più attenzione ai cuccioli

I cuccioli avvertono il caldo ancora di più rispetto agli adulti e hanno quindi bisogno che tutti gli accorgimenti proposti sopra diventino una norma da seguire scrupolosamente.

6. Ambienti chiusi

Particolare attenzione va prestata anche ai viaggi in macchina e al soggiorno in ambienti chiusi come verande o terrazze chiuse perché gli animali potrebbero andare incontro al colpo di calore. Il colpo di calore è diverso dal cosiddetto “colpo di sole”: si verifica quando l’animale si trova in un ambiente chiuso, non ventilato e caldo e non ha alcun modo di abbassare la sua temperatura se non attraverso la respirazione e i polpastrelli. Il movimento dell’aria è quindi importantissimo.

7. Passeggiate sì, ma nelle ore giuste

Il cane non dovrebbe mai essere portato a passeggio nelle ore più calde della giornata: sì a uscite brevi per i bisognini, ma no a lunghe camminate. L’ideale è una passeggiata al fresco al mattino presto o alla sera, sempre PRIMA dei pasti: quindi prima una bella camminata e poi la pappa, acqua fresca (non ghiacciata) a disposizione e poi riposo.

8. I pasti

Per l’alimentazione il consiglio è di somministrare i pasti nelle ore fresche della giornate.

I cani andrebbero portati a spasso sempre prima dei pasti: soprattutto nei cani di media e grossa taglia si rischierebbe la cosiddetta dilatazione gastrica che può sfociare nella torsione dello stomaco

9. Il pericolo dei soggiorni in auto

Non lasciate mai il vostro animale chiuso in auto, neppure per brevi periodi di tempo: in estate le temperature nell’abitacolo sono proibitive, fino a provocare la morte del cane o del gatto.

10. Conservare il cibo

È importante ricordare che il cibo umido si degrada più facilmente, occorre quindi dosare porzioni piccole così che non rimangano avanzi nella ciotola.

Il prodotto rimanente va conservato in frigo al massimo per 2 – 3 giorni e deve essere proposto di nuovo a temperatura ambiente.

No comments

*