Pongo merita di vivere e di tornare a giocare: la colletta per operarlo va avanti, le favole devono avere un lieto fine

1

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Pongo merita di vivere, e di tornare a giocare, felice, in spiaggia e nei prati. La storia del giovane Dalmata trovato ferito alla testa in una galleria della Sicilia – data da TGregione.it ( LEGGI ANCHE: “Uniti per Pongo”, l’Italia si mobilita per aiutare il pois: sarà operato a … ) –  ha colpito nel cuore tutti e la catena di solidarietà, attraverso l’evento colletta creato su Facebook, condiviso da migliaia di persone, ha fatto si che in pochi giorni – meno di una settimana – sono arrivati bonifici, poste pay, pay pall e soldi in contanti da tutta Italia e persino dalla Svizzera. Proprietari di Dalmata, di altre razze e persone che, anche senza possedere un cane, hanno contribuito alla raccolta di denaro necessario per poter operare Pongo. Viareggio e la Versilia in prima linea, nei contributi: con l’ex Sindaco Luca Lunardini, medico urologo, l’ex presidente della Fondazione Carnevale Alessandro Santini, l’avvocato Fabrizio Bartolini dell’omonimo studio legale di Viareggio, dirigenti dei cantieri navali, l’associazione Civito che al ristorante L’Ippocampo ha aderito al progetto “Uniti per Pongo”, l’assessore agli animali Gabriele Tomei e il consigliere comunale Luigi Troiso. Persino l’assessora agli animali di Pietrasanta Lora Santini si è mossa inviando soldi per il povero 4 zampe che senza questo intervento chirurgico costosissimo non avrebbe alternative, mentre il primo cittadino di Vagli, in Alta Garfagnana,  Mario Puglia, ha condiviso sulla sua pagina Fb la storia del Dalmata siciliano invitando i suoi cittadini a dare una mano a Pongo. Di amici, il nostro peloso, ne ha trovati talmente tanti, tutti pronti a dargli una “zampa”, che ringraziarli uno ad uno sarebbe un’impresa! L’operazione al cranio sarà delicata, e costosa, e verrà effettuata il prossimo 3 maggio dal luminare della neurochirurgia veterinaria in Italia, il dottor Massimo Baroni della clinica Valdinievole di Monsummano Terme, dove Pongo arriverà accompagnato dalla sua padrona Monica Alexandru il giorno prima con un volo da Palermo. Le prime 24 – 48 – 72 ore saranno in prognosi riservata, e tutti pregano che Pongo le superi serenamente per essere di nuovo il cucciolone felice, e spensierato, che era prima di essere ferito. Arrivati a 3mila euro e spiccioli, la colletta comunque prosegue: per contribuire POSTE PAY: 4023 6006 6797 0430 C.F. (Obbligatorio) MRL NNS 72M20 C351O, PAYPAL: zooleolucky@gmail.com(Causale Pongo) o IBAN:IT46L0306916920100000001168 C/C Intestato a Leo&Lucky, Via R. Wagner 12 A/B 95024 Acireale (Causale Pongo)
#UnitiperPongo: FORZA, E AVANTI

GUARDA IL VIDEO:

1 comment

Post a new comment

*