Terapie manuali per i nostri amici a 4 zampe

0

VERSILIA – ( di Alessandra Cerchiai ) – L’utilizzo delle mani a scopo terapeutico ha una storia antica quanto quella dell’umanità. In pratica, il primo Homo Sapiens  che ha massaggiato un suo simile per alleviare un dolore, è stato il precursore degli odierni laureati in fisioterapia. Le tecniche e le tecnologie utilizzabili oggi in fisioterapia sono innumerevoli e buona parte di queste possono essere applicate anche ai nostri animali domestici. Le varie tecniche di terapia manuale possono essere catalogate tra gli interventi terapeutici più efficaci anche in campo animale. Chiropratica, Osteopatia, Terapia Manuale Ortopedica, Trattamento Miofasciale, Terapia Craniosacrale e Massaggio Shatzu sono solo alcune delle tecniche che comportano l’uso delle mani. Al di là del nome dato alle varie tecniche e alla filosofia che sta dietro a ciascuna di esse, le mani diventano “ la medicina somministrata”. E se le mani sono la medicina, bisogna stare attenti a quando e come somministrarla. La formazione del professionista, quale che sia la tecnica che utilizza è estremamente importante: il terapista deve avere una profonda conoscenza del corpo, delle patologie e del linguaggio dell’animale al quale si avvicina. Se questi presupposti sono rispettati, sia animali atleti che animali con patologie ortopediche o animali anziani con dolori e rigidità accumulati negli anni, possono trarre enormi benefici dai trattamenti somministrati. I miglioramenti sono di norma immediati ma, perché siano mantenuti nel tempo, è necessario che il trattamento sia seguito da un esercizio terapeutico riabilitativo studiato su misura per l’animale e fatto eseguire giornalmente dal proprietario quindi anche in questo caso, come in ogni frangente della vita dell’animale, è la persona che se ne prende cura ad avere il ruolo più importante. Da quasi vent’anni faccio il veterinario e mi occupo di terapia manuale e di esercizio terapeutico e se ancora sono innamorata del mio lavoro è perché nella volontà e nell’impegno di chi si prende cura dell’animale ad imparare e a mettere in atto gli esercizi, più o meno complicati, che propongo, riscontro giornalmente l’amore che viene messo nella vita condivisa col compagno a quattro zampei

No comments

*