Tir fuori controllo sull’A/1: la Polstrada si para davanti e salva un uomo

0

FIRENZE – Tragedia sfiorata stanotte sull’A/1, prima dello svincolo di Scandicci. Quattro agenti della Polizia Stradale hanno rischiato di morire per salvare un venticinquenne di Firenze che, in avaria, stava per essere travolto da un TIR.

Tutto è iniziato alle 1,30 circa, con l’arrivo alla Centrale Operativa della Polstrada della segnalazione di una PEUGEOT ferma sulla corsia di marcia. Sul posto è giunto un equipaggio della Sottosezione di Firenze-Nord. La capo-pattuglia, molto esperta, ha capito che la situazione era seria, poiché il mezzo era fermo in corsia di marcia, con il mozzo appoggiato a terra, senza alcuna possibilità di spostarlo a mano sull’emergenza. Lei ha subito chiesto l’arrivo di un carro attrezzi e, con l’altro collega e un’altra pattuglia di Montecatini, ha steso sull’asfalto per duecento metri le torce luminose, in modo da segnalare il pericolo ai veicoli in arrivo e incolonnarli sulla corsia di sorpasso.

La Polstrada, in questi casi, attua uno specifico protocollo operativo, ideato per proprio per evitare tragedie come quella che stava per consumarsi stanotte. Infatti, oltre che con le torce, gli agenti si sono aiutati con i lampeggianti delle auto, posizionandone una all’altezza della prima torcia accesa, l’altra a ridosso della PEUGEOT, per farle da scudo e proteggere il suo giovane conducente.

Dopo circa un’ora, all’orizzonte è comparsa la sagoma di un TIR bianco. Non andava veloce, ma i poliziotti di Montecatini, che erano sulla prima auto, hanno visto l’autista con il capo reclinato. Hanno gridato a squarciagola verso gli altri due colleghi che, nel frattempo, hanno preso sotto braccio l’automobilista in panne e lo hanno spinto verso il guard-rail, alto due metri, per farlo saltare oltre. Per fortuna, l’autista del camion si è svegliato ed è riuscito a sterzare, evitando così di travolgere in pieno l’auto della Stradale e colpendola solo su di un lato.

Così facendo, i poliziotti sono riusciti a salvare il giovane, ma nel parapiglia due di loro sono rimasti feriti e trasportati d’urgenza in ospedale, ove i sanitari gli hanno riscontrato lesioni alle mani e alle gambe, procurate per cercare di salvare l’automobilista. Il camionista non aveva assunto alcool o droga ed era in regola con i tempi di riposo obbligatori. Ha ammesso il colpo di sonno e, per questo, la Polstrada ha attivato la procedura per fargli revisionare la patente.

No comments