Torna il Carnevaldarsena, divertimento e maschere: tutto il programma

VIAREGGIO – Il Carnevaldarsena ritorna  dal 9 al 13 febbraio, con la chiusura canonica la sera del martedì grasso. Anche quest’anno le linee guida sono quelle della tradizione: partecipazione, sano divertimento, maschere.

“Dobbiamo ringraziare quanti hanno contribuito alla realizzazione della festa: i nostri volontari, il Comune e la Sea che consentono un contenimento dei costi, gli sponsor, cresciti di numero”, affermano gli organizzatori.

Una festa per il quartiere, ma anche per tutta la città e il Carnevale di Viareggio.

Non sono mancate le consuete difficoltà organizzative, ma sono state superate con l’impegno di tutti. “Quest’anno – spiega il presidente Massimiliano Pagni – è spuntato un nuovo onere economico: per esigenze di sicurezza dovremo  pagare una ventina di persone  che devono effettuare i controlli insieme alla polizia. Il costo si aggirerà sui 6-7mila euro. Inoltre ci sono state difficoltà ulteriori per il posizionamento delle cucine sulla banchina, anche se alla fine siamo giunti ad un accordo con l’autorità portuale. Dunque la festa si farà e sarà un evento di Carnevale speciale, come sempre”.

Mentre nella serata di apertura è confermata la Gran Cena delle Mascherate con il recupero della sfilata in via Coppino, quest’anno c’è la novità ulteriore della cena riservata agli equipaggi e ai comandanti degli yacht della Darsena: anche quella venerdì, con inizio alle 19,30, cui si aggiungerà la premiazione delle maschere più belle, sempre riservata agli equipaggi. E’ un’iniziativa organizzata con Yare, Navigo e Versilia Supply Service, guardando al comparto della nautica, una delle eccellenze di Viareggio.

Domenica 11 inoltre ritorna, potenziata e migliorata, la festa dedicata ai figuranti dei carri: si chiama “Darsena Libera tutti” ed è pensata come un prolungamento del corso mascherato.

Tra le manifestazioni collaterali, confermati il Trofeo “Beppe Bugia” per le maschere più originali, il concorso “Pierotti” per la migliore foto su Instagram, il torneo di Burraco, la rassegna dei collezionisti di oggetti legati alla birra, i tornei di Beach volley e Beach Tennis, il motoraduno di Carnevale. Ci sarà persino un prolungamento in primavera, con la tradizionale gara per modelli nautici telecomandati, che si svolgerà nelle cave di San Rocchino il 19 e 20 maggio.

LA GRAN CENA DELLE MASCHERATE

Come da tradizione ormai consolidata, l’evento di apertura del Carnevaldarsena sarà la Cena delle Mascherate, in programma venerdì 9 febbraio: una serata studiata appositamente per chi ha ancora voglia di mascherarsi come usava un tempo. L’evento fu ideato e organizzato per la prima volta nel 2014 dal comitato giovanile con l’intento dichiarato di far tornare i viareggini a sfilare in maschera nel circuito del rione: un esperimento – che anno dopo anno sembra sempre più riuscito – per tentare di riportare il Baccanale agli antichi fasti, quando la presenza in via Coppino di carri e mascherate faceva del Rione Darsena il secondo Carnevale d’Italia.

Con l’ingaggio dei Pedrasamba (una banda di percussioni da strada afro-brasiliane), è stato finalmente raggiunto l’obiettivo di far sfilare lungo via Coppino i gruppi iscritti alla Cena. Molti dei quali hanno manifestato un entusiasmo che ha sorpassato ogni aspettativa degli organizzatori, presentandosi con delle vere e proprie ‘carrette’ tematicamente collegate alle proprie mascherate.

Forte di questi successi, il Baccanale ripropone per il quarto anno un evento ormai collaudato che in poche settimane ha visto l’adesione di oltre 400 persone. E sarebbero potute essere molte di più, ma per motivi logistici è stato deciso di fissare un tetto massimo di presenze. Le ventidue mascherate che hanno confermato la loro presenza alla festa si ritroveranno venerdì sera intorno alle 20,30 al palco musicale allestito di fronte al Palapolpo 2.0, dove saranno accolte da un aperitivo di benvenuto. Una volta radunate le centinaia di partecipanti, partirà la sfilata lungo la via Coppino, scandita dal ritmo ammaliante dei Pedrasamba. La sfilata proseguirà fino al PalaEasyshop, che quest’anno è stato leggermente ampliato proprio per far fronte alle numerose adesioni e consentire ai presenti di cenare in tutta comodità.

IL CARNEVALDARSENA DEGLI EQUIPAGGI

Da sempre esiste un’evidente affinità tra il Rione Darsena e il mondo della marineria. Quest’anno il Baccanale lo celebra legando a doppio filo le sue due anime – quella carnevalesca e quella nautica – con il primo ‘Crew Carnival Mask Contest’, evento dedicato agli equipaggi e ai comandanti che lavorano nel distretto nautico cittadino.
La serata si terrà venerdì 9 febbraio, in concomitanza con la Cena delle Mascherate, ed è organizzata grazie al supporto di Yare (Yachting Aftersales and Refit Experience), Navigo (centro per l’innovazione e lo sviluppo della nautica) e Versilia Supply Service, società di spicco della fornitura di grandi yacht. Per la prima volta nella pluridecennale storia del Baccanale, comandanti ed equipaggi saranno ospiti del Carnevaldarsena con uno spazio apposito allestito al PalaEasyshop, a fianco della Cena delle Mascherate. Un’occasione imperdibile per far conoscere agli equipaggi internazionali il vero spirito del carnevale viareggino e darsenotto. Sono previsti circa 150 ospiti – omaggiati dai volontari del BauBare che saranno vestiti a tema per sottolineare lo spirito dell’iniziativa – che potranno degustare le squisite pietanze della Trabaccolar Cooking, oltre a birra e burger forniti da uno streetfood truck. Alle 22,30 il momento culmine della serata, con la premiazione del Mask Contest per la maschera più bella: in palio ci sono premi, cotillons e buoni food & beverage per il miglior costume maschile, femminile, di coppia e di gruppo.

DARSENA LIBERA TUTTI!

Dopo la sperimentazione dello scorso anno, il comitato giovanile ha deciso di riproporre una serata da destinare ai figuranti dei carri. Il giorno designato per l’evento è domenica 11 febbraio, quando il Baccanale si presenterà come un prolungamento quasi naturale del corso mascherato. L’idea alla base del progetto è di ‘liberare’ i figuranti e le maschere dei carri dai lacci delle coreografie, trasferendosi al Baccanale dove il divertimento è sinonimo della più completa libertà. Proprio per questo motivo è stato scelto di chiamare l’iniziativa ‘Darsena libera tutti! Figuranti e maschere seguiteci’. In questo modo, tra sfilata e appendice al Baccanale, la domenica del terzo corso potrà diventare una vera e propria full immersion nel divertimento carnevalesco.

Per mettere in piedi l’evento, il Carnevaldarsena si è avvalso della collaborazione dello staff di ‘Una Notte da Pedoni’, che in tema di iniziative su strada negli ultimi anni ha dimostrato di non essere secondo a nessuno. Il ritrovo è fissato alle 18 allo Sturla Bar (all’altezza del palo 13 all’interno del circuito di Carnevale), subito dopo il corso mascherato, dove i partecipanti troveranno un primo punto di aggregazione e divertimento con la musica e l’animazione del dj Andrea Paci. Intorno alle 18,30 lo spostamento dei figuranti e delle maschere verso via Coppino prenderà la forma di una gigantesca ed emozionante carovana mascherata, scortata da un carro dal quale si leverà la musica che scandirà ogni passo di danza verso il Baccanale. Il punto di arrivo è il ‘BauBare’, al PalaEasyShop, dove si scatenerà la festa vera e propria con musica, tanti giochi e le immancabili primizie enogastronomiche della Trabaccolar Cooking.

I BALNEARI ADOTTANO L’ANIMAZIONE PER I PICCOLI

L’Associazione balneari è intervenuta per garantire uno dei servizi più apprezzati dalle famiglie che vengono al Rione Darsena, l’animazione per bambini. Il progetto “Adotta uno spettacolo” nasce nel 2017 quando il Carnevaldarsena ha chiesto alle associazioni di categoria un aiuto concreto, non tanto in termini economici, ma di sostegno allo spettacolo o all’animazione, in modo da rendere evidente in cosa si era concretizzata la collaborazione. L’Associazione balneari di Viareggio ha aderito per la manifestazione di quest’anno sostenendo le spese per l’animazione per bambini che si terrà nella zona del Palapolpo 2.0, vicino alle cucine. La presenza delle famiglie durante le serate di festa è uno degli obiettivi principali degli organizzatori ma a causa dei maggiori costi per la sicurezza la presenza di giocolieri e truccatori sarebbe stata a rischio. È arrivato invece l’aiuto dei Balneari che garantirà la continuità di questo servizio.

“Per noi è fondamentale – spiega il presidente dei balneari viareggini, Pietro Guardi – essere vicini alla città e alle sue manifestazioni più importanti. Con piacere sosteniamo un’iniziativa di lunga tradizione come il Carnevaldarsena che rappresenta un valido richiamo turistico durante la bassa stagione”.

UN TOCCO DI FEMMINILITÀ PER IL MANIFESTO

Una firma “rosa” per il manifesto del Carnevaldarsena 2018. L’autrice è Francesca Pasquinucci, grafica e illustratrice, art director e visual developer di Imaginarium Creative Studio. La giovane artista viareggina, che ha già importanti lavori alle spalle, è stata scelta perché conoscevamo il suo stile marinaro, che ha confermato nel suo manifesto, e perché ci fa piacere un omaggio alla donna, che infatti ritorna anche nel soggetto. Al centro del manifesto, che cita i colori di Ondina, si staglia una figura femminile di profilo, che indossa una conchiglia come copricapo, mentre due polpi intrecciano i loro tentacoli intorno a un’ancora. Sullo sfondo di un’enorme luna gialla si vedono due pescherecci, altri caratteri identificativi della Darsena.

Quello del 2018 è il primo manifesto del Carnevaldarsena ideato da una donna. “Questa cosa di essere la prima mi ha fatto molto piacere – commenta l’autrice – e per questo ho pensato a una sorta di tributo alle donne, una rilettura contemporanea di Ondina. Le soluzioni grafiche e cromatiche del manifesto sono nel segno del mio stile, che potremmo definire ‘pop’: avevo in mente di proporre qualcosa di festoso e insieme elegante”.

DUE CONCORSI SEMPREVERDI

Tornano anche quest’anno due concorsi collegati al Rione Darsena: il Premio Pierotti per la migliore fotografia scattata al Carnevaldarsena e il Trofeo Beppe Bugia, per la maschera più divertente e spiritosa del Baccanale. Partecipare al premio fotografico Pierotti è semplice e non richiede formalità. Basta postare le immagini scattate al Rione di quest’anno su Instagram, inserendo l’hashtag #premiopierotti2018

Le immagini più interessanti saranno pubblicate sul profilo Instagram del Carnevaldarsena. Alla fine del Carnevale una giuria sceglierà l’immagine da premiare. Partecipare è facile e non costa niente e per il vincitore c’è in palio un premio offerto dall’agenzia di viaggi Il Vagero.

Il 6° Trofeo “Beppe Bugia” è riservato alle maschere – singole o in gruppo – più divertenti, fantasiose, irriverenti, del Carnevaldarsena. Il messaggio è chiaro: lo spirito del Rione richiede la maschera. Durante le serate del 9, 10 e 11 febbraio i “talent scout” del Baccanale saranno in giro a reclutare e fotografare le maschere più interessanti; sarà possibile anche iscriversi al Polpo Point. La sera di lunedì 12 febbraio avrà luogo la premiazione. A giudicare le maschere in gara (non conta la ricchezza, ma l’originalità, in perfetto stile “Beppe Bugia”), sarà una giuria organizzata dalla famiglia Donatelli: il concorso infatti nasce per onorare la memoria di Beppe Donatelli (Beppe Bugia), indimenticabile animatore del Carnevale.

LA MASCHERATA UFFICIALE

Tutti in pigiama o in veste da camera sui viale a mare: è la mascherata “A letto i briai” del Rione Darsena, che scherza su uno dei temi ‘caldi’ dei rioni e in genere del Carnevale: l’uso e l’abuso di bevande alcoliche. Negli ultimi anni si è fatto un gran parlare degli eccessi che hanno turbato le feste rionali, e la notizia di quest’anno è il divieto – imposto dalla Fondazione – di assumere alcolici prima e durante i corsi mascherati. Un divieto che prevede addirittura controlli a campione con l’etilometro. Così la mascherata della Darsena prova a sdrammatizzare la questione, invitando appunto gli ubriachi ad andarsene a letto. Non manca il “briaometro”, che segnala i vari gradi di ebbrezza, da ‘lucchese’ (zero alcol) a ‘Va’ a letto briao!’ (tasso alcolico massimo). La soluzione proposta è quella di un moderato e responsabile ricorso all’alcol, tale da non sciupare la festa. La mascherata, rinforzata dalla Ciurma di Emilio Cinquini, è stata curata da Simona Corsi e Valentina Pardini; le sarte, coordinate da Angelita, hanno fatto il resto.

La mascherata ha anche la sua canzone ufficiale. Si intitola “A letto briai” (musica di Mario Bindi, testo di Andrea Pinucci) ed è cantata da Simona Di Finizio e Marco Musetti.

IL SABATO DEI BAMBINI IN VIA PAOLO SAVI

Non c’è Baccanale senza “Carnevalpolpettino”, ovvero la festa del sabato pomeriggio di via Paolo Savi  che non tradisce mai le aspettative dei piccoli a cui è dedicata. La data fissata è il 10 febbraio e il via è per le ore 15 nella via storica della darsena, chiusa al traffico nel tratto tra via Trieste e via Trento (naturalmente, tempo permettendo). Mariano Santini con l’associazione “Carnevale in miniatura”, è pronto a riproporre i modellini delle costruzioni, con tanto di micromovimenti e di minicircuito, che lasciano comunque a bocca aperta grandi e piccoli. La sfilata dei minicarri nelle serate della festa sarà collocata sulla via Coppino, all’altezza circa del bar Nostromo. Dalle 15 alle 18  ininterrottamente è il momento dei giochi per i bambini,come la pesca del pesciolino e i cerchietti da infilare e la novità di quest’anno è un grande gioco  costruito con un gonfiabile, intitolato “Spara il pallone”. Per merenda arrivano lo zucchero filato,  i pop-corn, le merendine, i succhi di frutta e  altro ancora e tutto sarà gratuito, messo a disposizione dagli organizzatori della festa.

NOTIZIE DARSENOTTE IN SINTESI

Lo sponsor viene da lontano – Tra le novità positive del 2018 ci sono gli sponsor che hanno varcato il confine della Repubblica di Darsena. Pizzerie, stabilimenti balneari, negozi di abbigliamento e persino una ditta di bagni chimici hanno contribuito alla festa da tutta la città e persino da altre zone della Versilia come i comuni di Massarosa, Pietrasanta e Camaiore. L’idea è stata quella di presentare una brochure dove si poteva devolvere da 50 a 2000 euro, avendo in cambio vari tipi di pubblicità, dalle pagine del giornalino, fino al maxischermo. Il Rione Darsena è la festa di tutti, davvero.

Maxischermo social – Un Carnevaldarsena sempre più connesso, per stare al passo con i tempi. Fra le novità di quest’anno, vicino alla pesa pubblica ci sarà un maxischermo doppio, un “social wall” sul quale scorreranno, in diretta, le foto immediate e i commenti del pubblico. Per apparire basta postare le foto su Instagram con il tag #carnevaldarsena. I contenuti saranno moderati da Bogus Lab, un’agenzia di giovani che ha lavorato al Summer Festival di Lucca.

Polpo e contento, da 30 anni – E’ il Polpo ufficiale della Darsena ormai da 30 anni. Mario Bindi, consigliere storico del Carnevaldarsena, rappresenta con costanza e impegno il simbolo del Rione da tre decenni. Un duro lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare. Quest’anno è arrivato anche il nuovo costume, sempre più splendente e – inevitabilmente – rosa. Il polpo Bindi è ovviamente soddisfatto.

La tribuna ‘stramba’ – Negli anni ruggenti del Carnevaldarsena c’era la Tribuna stampa, una postazione sopraelevata dalla quale fotografi e operatori televisivi riprendevano le sfilate del “Secondo Carnevale d’Italia”. Quest’anno l’antica istituzione ritorna come “Tribuna stramba”, nei pressi del PalaEasyShop: gli animatori saranno ovviamente giornalisti, fotografi e cameraman.

Rivive la pesa – L’antica e storica pesa pubblica su via Coppino torna a nuova vita anche durante le serate rionali. Il caratteristico chiosco diventerà la sede del Polpo Point – punto di riferimento per informazioni e acquisti di gadget – nonché la cabina di regia del nuovo maxischermo.

VENERDÌ 9 febbraio

Ore 19,00 Apertura cucine (menù di piatti tradizionali a base di pesce)

Ore 19,00 Crew Carnival Mask Contest, la festa dedicata agli equipaggi delle barche dalla Darsena

Ore 20,00 Cerimonia dell’alzabandiera

Ore 20,00 Animazione per bambini nello spazio presso il Palapolpo

Ore 20,30 Sfilata delle mascherate in via Coppino, seguita dalla Cena delle mascherate (su prenotazione) nello spazio riservato

Nella serata punti musica, spettacolo e ballo, con sfilata del gruppo musicale latino Pedrasamba

Ore 22,30 Premiazione delle maschere vincitrici del concorso riservato agli equipaggi

 

SABATO 10 febbraio

Ore 9,00 Torneo di Beach tennis e Beach volley al Burla Beach

Ore 15,00 – 19,00  Carnevalpolpettino – Via Paolo Savi in festa: Carri in miniatura, artisti di strada, merenda e giochi gratis per tutti.

Ore 19,00 Apertura cucine

Ore 20,00 Animazione per bambini nello spazio presso il Palapolpo

Ore 21,30 “La notte più lunga del Carnevaldarsena”: quattro punti musica, spettacolo e ballo, con sfilata del gruppo musicale latino Pedrasamba

 

DOMENICA 11 febbraio

Ore 10,00 Al Palapolpo 2.0, “Birra e Carnevale” – Raduno internazionale collezionisti bottiglie, accessori e lattine di birra

Ore 12,00 Apertura cucine (per agevolare il pubblico presente al corso mascherato)

Ore 12,00 In via Coppino sfilata del 29° Motoraduno di Carnevale

Ore 18,00 Inizia “Darsena libera tutti”, serata dedicata ai figuranti dei carri del Carnevale di Viareggio

Ore 19,00 Apertura serale cucine

Ore 21,30 Punti musica, spettacolo e ballo

 

LUNEDÌ 12 febbraio

Ore 15,00  Torneo di Burraco alla Costa dei Barbari

Ore 19,00 Apertura cucine

Ore 21,30 Punti musica, spettacolo e ballo

Ore 22,00 Premiazione del Trofeo “Beppe Bugia” per la maschera più originale

 

MARTEDÌ 13 febbraio

Ore 19,00  Apertura cucine

Ore 21,30: “Gran finale di Martedì Grasso”: punti musica, spettacolo e ballo, con sfilata del Gruppo Pedrasamba

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: