Ultime News

Torna il Palio della Madonna del Lago: in gara i barchini da caccia sul Massaciuccoli

MASSAROSA – Torna il tradizionale  palio che vede in gara i barchini da caccia sul Massaciuccoli

 Preceduto sabato sera  dalla  suggestiva processione e dalla SS.Messa, si svolgerà domenica 13 maggio il  palio “Madonna del lago”, organizzato dalla Federcaccia, sezione cacciatori di Massaciuccoli, il patrocinio del comune di Massarosa e la partecipazione dell’Associazione Canoa Kayak di Viareggio.

Alle 16 il via al porticciolo di Massaciuccoli, con la punzonatura e la benedizione dei barchini.

Alle 17 al porto di Torre del Lago, dopo la deposizione di una corona d’alloro al monumento del maestro Giacomo Puccini, partirà  la competizione. amatoriale

Gli equipaggi composti da due rematori su barchini da caccia a fondo piatto, costruiti in legno, con lunghezza massima di 5 m e larghezza minima di 70 cm, percorreranno la rotta  di circa 3.800 mt. che unisce Torre del Lago a Massaciuccoli.

Il loro arrivo è previsto al porto di Massaciuccoli alle ore 18 e sarà seguito dalle premiazioni, dalla Messa e  dall’accoglienza in Chiesa del labaro dell’equipaggio vincitore.

LA STORIA DEL PALIO  DELLA MADONNA DEL LAGO

Il Palio della Madonna del Lago, detto anche “dei barchini”, nacque nel 1967 su iniziativa della  Federcaccia  sezione di Massaciuccoli,  in onore delle celebrazioni della Madonna del Carmine che prevedeva, ogni 5 anni festeggiamenti solenni con una processione  sul lago in notturna. In questa occasione, la statua della Madonna, insieme all’immagine degli altri santi protettori San Rocco e San Lorenzo,  viene trasportata, su  una barca, da Torre Del Lago a Massaciuccoli, seguita dalle altre imbarcazioni, con un effetto scenografico  molto suggestivo.

Il Palio si disputa su barchini, imbarcazioni tipiche a fondo piatto delle zone lagunari e dei bassi fondali, utilizzati anche  dagli antichi Etruschi nelle attività di caccia e pesca e il cui uso è stato tramandato di generazione, in generazione. Per secoli l’abilità di navigare con il barchino faceva parte del patrimonio genetico delle popolazioni locali, poiché consentiva l’accesso alle uniche fonti di sostentamento  derivanti dal lago:  pesca e  caccia.

Il Palio della Madonna del Lago prende in via  dal Porto di Massaciuccoli con la cerimonia della punzonatura e benedizione dei concorrenti, poi i barchini vengono trainati da altre imbarcazioni sulla riva opposta di Torre del Lago. Qui in ricordo del  grande maestro Giacomo Puccini viene deposta una corona d’ alloro ai piedi della statua.

Nel frattempo le imbarcazioni si predispongono per la regata, dopo una laboriosa sistemazione del “mossiere” che allinea i barchini per una partenza regolare,  viene dato il via dalle autorità.

Gli equipaggi,  composti da due rematori ciascuno, cominciano la loro sfida. I  3.800 mt.che li separano dalla sponda di Massaciuccoli sono molto impegnativi e  l’equipaggio che riesce a remare con maggiore sincronia e  velocità ha la meglio sugli altri. La navigazione non è semplice perché il remo a pagaia e il fondo piatto del barchino  rendono il mantenimento della direzione estremamente difficile. I tempi di percorrenza sono di circa 25/30 minuti, ma possono variare molto in base alle condizioni atmosferiche.

Il Palio della Madonna Del Lago è sicuramente una delle iniziative più antiche del Comune di Massarosa ed  è molto seguito  dalla popolazione che accorre numerosa al porto. L’equipaggio che si classifica primo si aggiudica,  non più come una volta un fucile da caccia, ma un buono acquisto  e  l’ambito stendardo raffigurante la Madonna del Carmine e i Santi protettori. I vincitori portano il Palio in processione alla Pieve di San Lorenzo, che sovrasta le antiche rovine romane, dove riceve la benedizione del  sacerdote  che lo conserva per l’anno successivo.

I primi ad aggiudicarsi, per tre anni consecutivi, il Palio furono Matteo Mori e  Carlo Angeli di Massarosa, mentre il  rematore  che si è aggiudicato, con compagni diversi, il maggior numero di Trofei è Santino Bianchi  con  ben 11 vittorie.

Dal 1967 al 1969   la gara non partiva da Torre Del Lago, ma da un appostamento fisso situato a metà lago, mentre dal 1970 la competizione prende il via da Torre Del Lago.

Un’ultima curiosità: nei primi anni i  rematori in gara  indossavano una fascia con i colori della sezione di  caccia di appartenenza.