TorreViva lancia l’allarme zanzare: «Rischio invasione se non si affronta subito il problema»

TORRE – «Le recenti piogge e il ristagno dell’acqua nei fossi e in pineta stanno creando un ambiente ideale per la proliferazione delle zanzare a ridosso della stagione estiva, questo anche a causa delle molte aree non urbanizzate che non consentono interventi capillari. Le prime avvisaglie ci sono già state e in queste condizioni i controlli e l’opera di disinfestazione degli enti preposti, come Consorzio di Bonifica e Sea, potrebbero non essere sufficienti per arginare il problema se non si interviene quanto prima».

«Le uova della zanzara necessitano infatti di un ambiente umido e appena 12 ore di luce, quindi alla prima giornata di caldo e sole si rischia il boom di insetti con conseguenti ricadute negative su cittadini e turisti, in particolare per quanto riguarda i campeggi e le aree limitrofe a lago e pineta. Per evitare il ripetersi di situazioni di imbarazzo come qualche anno fa, TorreViva chiede di non ripetere gli errori del passato e avviare un intervento urgente di disinfestazione prima che la situazione diventi incontrollabile».