Toscana meno rossa, Mallegni e Zucconi superano Marcucci e Baccelli

TOSCANA – Toscana meno rossa, ed exploit del centrodestra.  Solo a Firenze Matteo Renzi è al 44,16 mentre il leghista Alberto Bagnai al 24,49, mentre in Versilia e lucchesia Massimo Mallegni e Riccardo Zucconi superano Andrea Baccelli e Stefano Baccelli.

Nei collegi uninominali della provincia di Lucca il centrosinistra perde ovunque. Il senatore uscente Andrea Marcucci nel collegio del Senato Lucca-Massa contro il candidato di centrodestra Massimo Mallegni ne esce sconfitto, addirittura al terzo posto dopo Sara Paglini, candidata del Movimento Cinque Stelle. “Preferisco non commentare ancora gli scrutini in corso. Lo farò più tardi con i dati finali. È presto parlare di un effetto Mallegni. Al momento il trend è positivo e questo è un segnale importante personale, per Forza Italia e il centro destra’’: è quanto ha detto Massimo Mallegni, candidato al Senato della Repubblica per il centro destra. Mallegni, tre volte sindaco di Forza Italia, ha atteso i risultati nel suo comitato elettorale a Pietrasanta. “Gli elettori hanno parlato in modo chiaro ed incontrovertibile – ha detto Andrea Marcucci -: “Hanno vinto i populisti ed il Pd ha perso. Ne consegue che anche la mia corsa nel collegio Lucca Massa-Carrara si ferma qui. Spero che il nuovo senatore eletto dal territorio possa assicurare fatti concreti ai cittadini e rappresentatività degli enti locali. Ora prevale la preoccupazione per il quadro che sta emergendo. Il Pd lascia all’Italia risultati molto migliori di chi lo ha preceduto. Ripartiremo dall’ opposizione”.

In Toscana la differenza tra centrodestra, passato dal 21,29% al 33%, e centrosinistra (oggi al 34,61% contro il 43,46% del 2013) è ai minimi storici, quasi azzerata, mentre il M5s, da solo ha il 25% (era al 22,7%). Il crollo del Pd, che comunque resta il primo partito, è forte anche nell’ormai ex regione ‘rossa’. Nel 2013 aveva sfiorato al Senato il 40% (39,52%): se i dati finali saranno confermati avrà poco più del 30%. Anche con Leu (vicino al 4%) il calo è evidente. La vera sorpresa è anche in Toscana la Lega che con un risultato superiore al 18% diventa il primo partito del centrodestra: Forza Italia si fermerebbe poco sopra l’11% (cinque anni fa aveva il 18%).
L’affluenza è stata superiore 77,40% (era 79,02%).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: