“Toscana terreno fertile per gli affari della criminalità organizzata, non abbassare la guardia”

TOSCANA – “Gli arresti di ieri confermano che la Toscana è diventata terreno fertile per la criminalità organizzata, soprattutto per quanto riguarda il riciclaggio. Non esistono aree immuni dagli affari dei clan, che hanno dimostrato di potersi infiltrare ovunque”. A dirlo sono i coordinatori di Sinistra Italiana Toscana Daniela Lastri e Marco Sabatini commentando la maxioperazione che ha coinvolto anche la nostra regione con 19 richieste di arresto di affiliati al clan camorristico Mallardo.

“Dalla Versilia al Valdarno, passando per Prato numerose inchieste negli ultimi anni hanno messo in luce questa presenza, con una ‘specializzazione’ nello smaltimento illecito dei rifiuti, ribadita dall’ultima relazione della Dia in cui si sottolinea il ‘basso profilo’, senza azioni criminali eclatanti che possano attirare l’attenzione degli inquirenti. E il fatto che non ci siano episodi clamorosi non deve indurre ad abbassare la guardia. La Toscana nel suo complesso crediamo abbia gli anticorpi necessari per respingere lo strisciante espandersi della criminalità, ma occorre lavorare bene e a 360 gradi, confidando non solo nell’azione di magistratura e forze dell’ordine. È questa la vera sicurezza di cui abbiamo bisogno, le istituzioni facciano attenzione alle procedure per le gare d’appalto e nelle operazioni di subappalto. È necessario più che mai tenere alta la guardia”.

Lascia un commento