Traffico di cocaina, 5 albanesi in manette

0

BORGO SAN LORENZO –  Questa notte i Carabinieri della Compagnia di Borgo San Lorenzo, nel corso di predisposti servizi volti a contrastare il traffico di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto cinque cittadini albanesi per traffico di cocaina.
Le attività, che si sono svolte nelle province di Prato e Firenze, sono iniziate con il pedinamento di due albanesi fino nella zona di Sesto Fiorentino, dove all’esterno di un esercizio pubblico sono stati fermati e trovati in possesso di 300 gr. di cocaina.
Tale prima attività consentiva nell’immediatezza di individuare anche un terzo soggetto, il loro fornitore connazionale, che sulla propria autovettura aveva nascosto altri 523 gr. di cocaina.
L’immediata attività investigativa portava all’esecuzione di ulteriori perquisizioni, a Prato e Firenze. A Prato, all’interno di un monolocale in sona centrale individuato quale abitazione del fornitore, i militari borghigiani rinvenivano, 1,5 kg. di cocaina e 300 gr. di sostanza utilizzata per il taglio della cocaina oltre a denaro contante per 21.000 euro. Nell’appartamento veniva trovato e tratto in arresto anche un altro soggetto albanese, deputato alla custodia dello stupefacente e del denaro provento dell’attività illecita.
In Firenze, nella zona di San Donnino, i militari borghigiani rinvenivano altra cocaina per oltre mezzo chilo, nonché sostanza da taglio e materiale per il confezionamento. Da tali ultime operazioni scaturiva l’arresto di un altro cittadino albanese.
L’operazione, una volta conclusa, ha fruttato l’arresto di N.E., 31enne, C.F. 30enne, K.A. 31enne, G.A. 30enne, tutti dimoranti in Italia e senza occupazione, nonché di D.B.41enne, artigiano regolarmente dimorante a Firenze.
2,8 sono stati i kg. di cocaina complessivamente sequestrati e più di mezzo kg. la sostanza da taglio. I Carabinieri hanno sequestrato anche denaro contante per 21.460 euro, ritenuto provento del traffico di stupefacenti, oltreché materiale per il confezionamento delle dosi.
I cinque albanesi sono stati tradotti al carcere di Sollicciano.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: