Traffico di rifiuti tossici, il gip revoca la misura interdittiva ad Alessandro Vanni: l’azienda viareggina chiarisce la sua posizione

0

VIAREGGIO – Traffico di rifiuti tossici: revocata la  misura interdittiva, per mancanza di gravi indizi, ad Alessandro Vanni, titolare dell’omonima ditta di trasporti con sede a Viareggio. A deciderlo, dopo l’interrogatorio del 22 dicembre scorso, è stato il Gip di Irenze, dottor Angelo Pezzuti al quale i legali dell’indagato, avvocati Riccardo Carloni ed Enrico Marzaduri, si erano rivolti con un istanza, producendo vari documenti. Tra i camion finiti nel mirino  dell’inchiesta coordinata dalla Dda fiorentina e condotta dai carabinieri forestali, il cui lavoro, giorni addietro, aveva portato all’arresto di sei persone e alla misura interdittiva per altre cinque, c’erano anche quelli della “Vanni autotrasporti” con sede in via Comparini e per Alessandro Vanni, ad dell’azienda, il giudice ha disposto l’interdizione per un anno da ogni attività imprenditoriale, o direttiva di persone giuridiche o di altre imprese, nel settore dei rifiuti.  Vanni si era subito dimesso, in attesa di chiarire la sua posizione.

No comments