“Trasferire la Farmacia Comunale nella zona del Conad è una decisione sbagliata”

0

PIETRASANTA – “La decisione del CDA della Farmacia Comunale di trasferire l’attività nella zona Conad è assolutamente immotivata e profondamente sbagliata. Prima che il trasferimento venga ratificato dal Consiglio Comunale, il gruppo consiliare del PD esaminerà la documentazione relativa alle motivazioni del trasferimento e quella sulla procedura seguita per arrivare alla scelta dei nuovi locali”.

La nota stampa arriva Antonio Orsucci, del Pd:

“Non ci convincono assolutamente, e anzi ci appaiono contradditori, gli argomenti esposti dal Presidente Duranti, a fronte di un’attività che, grazie soprattutto al lavoro svolto dalla precedente Amministrazione, è tornata in attivo dopo dieci anni di perdite, e che dunque poteva iniziare a programmare investimenti, seppur limitati, nel sociale e campagne promozionali sui temi della salute pubblica.

Queste sono infatti le uniche premesse e finalità per una gestione pubblica di una farmacia, che altrimenti non si differenzia in alcun modo da una gestione privata mirata unicamente al profitto. E allo stesso tempo, l’ubicazione della Farmacia Comunale in una zona priva di molti servizi e marginale rispetto al Centro Storico di Pietrasanta aveva assunto da tempo una funzione sociale e di “promozione” della permanenza di residenti ed attività commerciali in un quartiere importante come Porta a Lucca.

Siamo d’accordo con il consigliere della Farmacia Mattei, e lo avevamo già proposto mesi fa, che si poteva studiare agevolmente una regolamentazione dell’accesso a Porta a Lucca dai varchi elettronici che, senza mettere in discussione la ZTL, desse la possibilità alla Farmacia stessa e alle altre attività commerciali di non essere soffocate.

L’Amministrazione Comunale sta invece scegliendo una strada diversa, senza consultare cittadini né comitati, rinunciando inoltre anche a quasi trentamila euro di affitto annui, che invece andranno ad un privato per locali che oltretutto lo stesso Presidente della Farmacia dice già non essere del tutto idonei all’attività: qualcosa non quadra e non ci convince, e ci impegneremo per far sentire la voce dei cittadini e dei commercianti di Porta a Lucca che sappiamo essere contrari a questa scelta che di fatto marginalizza ulteriormente il loro quartiere”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: