Trinchese, Lega: “Il voto del 4 marzo sarà determinante anche per Viareggio”

VIAREGGIO – “Il voto politico di domenica prossima 4 marzo sarà determinante anche per le condizioni di vita amministrativa dei prossimi anni”.

Lo scrive in una nota Alfredo Trinchese, consigliere comunale della Lega:

“Non si può infatti non sottolineare come molte delle scelte che un amministrazione è chiamata a prendere siano pesantemente e malamente condizionate dalle pessime leggi che regolano certe materie. Il problema della delinquenza legato all’immigrazione è infatti una questione che deriva dall’assurda politica nazionale, ed è per questo che con forza e spirito di responsabilità chiediamo il voto alla lega per poter dimostrare nei fatti che si può vivere in un paese più sicuro e più civile. L’amministrazione in carica a Viareggio non ha avuto il coraggio di prendere scelte forti e decise a contrasto di certi fenomeni, ma il problema maggiore deriva sicuramente da una legislazione che è assolutamente non adatta a contrastare il fenomeno della presenza di immigrati clandestini sul territorio. Scelte che devono punire chi delinque e tutelare chi vive secondo le regole. Al pari del problema immigrazione in città si sente fortemente il problema ambientale, inteso come problema della qualità dell’aria e dell’acqua. Ancora una volta noi siamo convinti che un voto politico debba essere un voto di giudizio all’operato di chi governa il territorio e dunque un voto che condanni pesantemente quelle forze politiche che negli anni hanno permesso l’aumento a dismisura degli odori in città attraverso il non controllo dell’effettiva funzionalità degli impianti di Pioppogatto, Morina e dell’ex Carbonaie. Un voto che condanni quelle forze di sinistra che hanno contribuito all’aumento dell’insalubrità delle nostre acque del mare oltreché la pressoché morte biologica del nostro lago. Noi siamo convinti che buone leggi aiutino ad una buona amministrazione e che un’istituzione, prima fra tutte quella Europea, deve essere a servizio dei cittadini e non i cittadini strumento del suo potere. La Lega vuole migliorare la qualità di vita dei cittadini partendo dalla tutela della sicurezza, della famiglia, dell’ambiente, dei valori tradizionali della nostra cultura. Difendere un valore non vuol dire discriminarne un altro ma semplicemente fare una scelta che privilegi chi in questo luogo ha la propria storia. Siamo convinti che domenica si potrà iniziare a pensare ad una Viareggio più sicura, ambientalmente più sana e più ricca di civiltà se il voto premierà la Lega ed i suoi candidati di camera e senato. Un voto per il Paese, un voto per Viareggio”