“Troppe cattiverie gratuite e chiacchiericci: rinuncio alla casa in via Ponchielli”

1

VIAREGGIO – “Troppi chiacchiericci e cattiverie grautite, anche nei commenti sui social, dopo la notizia dell’assegnazione della casa in affitto calmierato. Sono a posto con la mia coscienza, tutto è stato regolare, ma, e nonostante abbia partecipato al bando da libero cittadino durante il commissariamento con giunta decaduta a seguito della sentenza del Tar, questo clima ha comportato problemi di salute sia a me che alla mia compagna e questo non lo posso accettare: rinuncio alla casa”.

Una decisione, quella di Luigi Troiso, irremovibile, dopo la “polemica” nata, che nel primo pomeriggio lo ha portato a protocollare in comune, per iscritto, la rinuncia all’alloggio per giovani coppie assegnatogli in via Ponchielli.

“Qualora fossi stato consigliere non avrei mai presentato domanda per partecipare al bando – spiega Troiso -, proprio per non mettere in difficoltà la mia etica e la mia maggioranza”.

1 comment

  1. Giuseppe De Stefano consigliere comunale del Gruppo Misto 6 Giugno, 2017 at 08:56

    Riconfermo che quale consigliere comunale è tuo diritto partecipare al bando di assegnazione case a giovani coppie e fossi in te andrei avanti, poi, per demerito del sindaco essere stato inadempiente nel non aver ripetuto il bando per le tre abitazioni non assegnate, come pure di non essersi impegnato e di impegnarsi adeguatamente e fattivamente per l’emergenza abitativa come la cagnara con Troiso mostra chiaramente, Giuseppe De Stefano consigliere gruppo misto

Post a new comment