Trovato morto chiuso in una valigia, condannati i 5 minorenni cinesi residenti a Prato

PRATO – Rito abbreviato dinanzi al tribunale dei minori di Bologna e condanna a 14 anni 4 mesi per i cinque presunti autori dell’omicidio di Congliang Hu, lo studente cinese di 20 anni soffocato con un cuscino e chiuso in una valigia il 25 novembre dello scorso anno nella casa di Modena dove viveva con la madre e il compagno di lei, italiano. Per i cinque cinesi 17enni, tutti di Prato, individuati dalla squadra mobile, erano state chieste pene tra 16 e 18 anni. Quattro di loro hanno ammesso un ruolo nel delitto, il quinto si è sempre detto estraneo. I difensori, come scrive il Resto del Carlino, restano in attesa delle motivazioni ma annunciano appello, giudicando le pene “eccessive”. Il movente era emerso presto: Congliang Hu aveva sul cellulare foto che ritraevano uno dei cinque, col quale aveva forse una relazione, in atteggiamenti effeminati e minacciava di diffonderle perché non voleva più frequentarlo. I cinque avevano ideato la spedizione punitiva, finita con il macabro ritrovamento del cadavere in valigia nella camera della vittima.