Truffa ventilatori, Alberti (Lega)i: “Lacunose le verifiche sulla ditta fornitrice”

“Da ciò che l’assessore Saccardi ha illustrato in aula, non sono emerse verifiche adeguate da parte di Estar sulla ditta a cui sono stati pagati oltre 7 milioni di euro per 200 ventilatori polmonari – dice il Portavoce dell’opposizione Jacopo Alberti – molti consiglieri regionali hanno fatto una visura camerale, bastava quella, per farsi un paio di domande in più sulla ditta che prometteva la fornitura. Assoservizi ha preso 7 milioni di euro il 20 marzo promettendo di consegnare il 27 marzo 200 ventilatori, ma perché quando la Regione ha chiesto spiegazioni (dal 4 aprile in poi) in quanto non erano arrivati, la ditta non ha indicato il problema del blocco della Cina a 100 pezzi a ordine a partire dal 1 aprile? L’ordine comunque era stato pagato 10 giorni prima di quel blocco, come minimo, almeno la metà dovevano essere arrivati al 1 aprile”.
“Il pagamento è stato fatto forse con superficialità, ma a questo ci arriverà in fondo la magistratura, così come arriverà alla verità sulla procedura di aggiudicazione bloccata dopo aver trovato una ditta adeguata. La base del commercio però è ‘vedere cammello, pagare moneta’, e qui è stata disattesa completamente. Aspetto di veder tornare indietro quei 7 milioni di euro che, sottolineo, sono dei cittadini toscani, e se la Regione riuscirà ad riaverli – conclude Alberti – sarò il primo a fare pubblicamente i complimenti ai legali. Ma anche di fronte all’emergenza, si deve applicare un criterio stringente prima di fare un bonifico da 7 milioni di euro”.

albertilega