Truffe dello specchietto, denunciato il conducente di una Ka

0

Nella mattinata di ieri la Squadra Mobile della Questura di Pistoia, nell’ambito dell’attività di contrasto ai reati contro il patrimonio e più segnatamente al fenomeno delle cosiddette “truffe dello specchietto o del falso incidente”, ha proceduto alla denuncia in stato di libertà a carico di un uomo originario della provincia di Napoli ma domiciliato a Pistoia, tale M.B. pluripregiudicato con precedenti specifici.
In particolare, alle ore 13.50 circa, il personale del citato Ufficio prendeva conoscenza diretta che poco prima una donna che procedeva alla guida della propria autovettura nella zona di Giampierone, era stata vittima di un tentativo di truffa di quelle di cui si tratta, ad opera di un individuo di sesso maschile che viaggiava a bordo di una Ford KA di colore grigio il quale, nell’atto di farsi sorpassare, aveva danneggiato lo specchietto della denunciante iniziando subito dopo a urlare che doveva fermarsi in quanto lo aveva urtato e procurato dei danni.
La conducente del veicolo non cadeva nel tranello soltanto per il fatto che alcuni suoi conoscenti erano rimasti vittima di analoghi fatti e pertanto contattava direttamente la Squadra Mobile riferendo l’accaduto.
Gli Agenti, ricevuta la segnalazione del veicolo con il quale era stato commesso il reato, si attivavano immediatamente e lo rintracciavano dopo allo svincolo di Pistoia Ovest del raccordo autostradale identificando alla sua guida l’uomo, il quale nella circostanza aveva al suo fianco come passeggero il figlio minore di anni 13.
Dopo l’espletamento delle formalità di rito, sussistendo la flagranza nel reato di tentata truffa, si è proceduto al sequestro del veicolo utilizzato per commettere il reato e alla successiva denuncia in stato di libertà a carico del suo conducente. Si è altresì proceduto a informare il Tribunale per i Minorenni di Firenze relativamente alla presenza del minore non imputabile durante la commissione del reato.
Chi avesse subito fatti analoghi commessi con lo stesso veicolo nell’ultimo periodo di tempo può rivolgersi alla Squadra Mobile per le relative indagini del caso.

No comments