Truffe di Natale online: occhio ai regali che non esistono

Comincia il periodo del forsennato shopping natalizio. Regali, pensieri, doni e addobbi natalizi vanno letteralmente a ruba. E, come sempre, c’è chi se ne approfitta. Stiamo parlando di una particolare categoria di hacker che, approfittando del concitato momento dell’acquisto online, cercano di rubare i nostri soldi.

Secondo le stime di una ricerca pubblicata recentemente dall’azienda per le soluzioni di sicurezza informatica McAfee, per l’80% degli italiani uno dei principali motivi di stress dell’anno è proprio il pensiero dei regali di natale. Uno stato di stress che porta gli utenti intervistati da McAfee ad abbassare pericolosamente la soglia di guardia durante lo shopping di Natale. Ecco alcuni dati: il 49% degli italiani ricorre all’utilizzo di una rete wi-fi pubblica o condivisa per compiere acquisti online; il 64% degli intervistati afferma che, pur di risparmiare, sarebbe disposto a comprare un regalo da un rivenditore online di dubbia affidabilità.

Lo shopping online è ormai il più gettonato, ma il problema principale è che la maggior parte degli italiani, quando compra in rete, passa più tempo a cercare la migliore offerta possibile invece di chiedersi se l’e-commerce sul quale sta navigando sia sicuro o meno. Non è quindi difficile dedurre a cosa si possa frequentemente andare incontro: una truffa! Ovvero? Si spendono dei soldi ma non si riceve nessun prodotto a casa. Sempre McAfee ha rilevato che il 62% dei partecipanti italiani alla sua indagine è disposto ad utilizzare un sito web che promette offerte vantaggiose, anche se non lo conosce, pur di beneficiare di un prezzo più basso, mentre il 41% ammette di poter fornire i propri dati personali se questo significasse ottenere ulteriori sconti. Niente di più sbagliato.

Ecco alcune regole, semplici e schematiche, per non incappare in spiacevoli.. sorprese di Natale.

  • Evitare wi-fi pubblico per compiere acquisti
  • Non aprire email di phishing, create per attirare i consumatori, che potrebbero portare a malware o rubare informazioni personali
  • Fornire i propri dati personali solo a siti la cui autenticità è chiara e conclamata
  • Aggiornare frequentemente il proprio antivirus, in modo da ricevere segnalazioni su eventuali minacce informatiche o collegamenti dannosi

Infine..

  • Tornare al buon vecchio shopping natalizio, quello delle botteghe e dei mercatini. Perché no? Nessun virus informatico potrà colpirvi.