Turandot, sabato a Torre del Lago si replica l’incompiuta pucciniana

TORRE DEL LAGO – Sabato 30 luglio a Torre del Lago replica  l’incompiuta pucciniana a 90 anni dalla prima esecuzione

Accolta da vere e proprie ovazioni alla prima rappresentazione, torna in scena sabato 30 luglio Turandot di Giacomo Puccini nell’allestimento  con le scene di  Ezio  Frigerio   e gli sfavillanti costumi del premio Oscar Franca Squarciapino, nella ripresa registica di Enrico Stinchelli.

Per i  90 anni da quella prima al Teatro alla Scala dell’Incompiuta,  il giovane e bravo direttore Jacopo Sipari di Pescasseroli sul podio dell’Orchestra del Festival Puccini ha voluto con tutti i professori d’orchestra rendere omaggio al Maestro interrompendo l’esecuzione laddove il Maestro terminò la partitura e chiedendo a tutti i musicisti di levarsi in piedi.

Un cast straordinario in questa seconda recita che vedrà protagonista  nel ruolo della Principessa Turandot  il soprano sloveno, di Maribor,   Rebeka Lokar, vera e propria rivelazione del Festival 2016 che ha stregato il pubblico con la sua superba interpretazione di uno dei ruoli più ardui del repertorio Pucciniano. Il Principe ignoto sarà Rudy Park, artista di straordinaria generosità che con la sua interpretazione del Nessun Dorma manda il pubblico letteralmente in delirio. Nel ruolo di Liù, dopo l’apprezzato debutto della prima torna il soprano umbro Francesca Cappelletti, perfezionatasi  a Torre del Lago nell’interpretazione pucciniana con l’Accademia di Alto Perfezionamento.  Sul podio il giovane Jacopo Sipari di Pescasseroli. Completano il cast (Timur) Ernesto Morillo , le tre maschere saranno interpretate da Mauro Buda (Ping) Ugo Tarquini (Pong), Tiziano Barontini (Pong)   Completano il cast Vladimir Reutov (Altoum)  e Claudio Ottino (Un mandarino) Alberto Petricca , ( Principe di Persia) Anna Paola Troiano e Donatella De Caro (le ancelle). Il Coro del Festival Puccini sarà diretto da Salvo Sgrò , mentre il Coro delle Voci bianche del Festival sarà diretto da Viviana Apicella.

Lascia un commento