L’andamento del mercato immobiliare nel 2016

0

VIAREGGIO – ( di Annalisa Dini Verenini ) – Nel primo appuntamento di questa nuova rubrica immobiliare , che ha lo scopo di tenervi aggiornati sul mondo della casa, vedremo l’andamento del mercato immobiliare nel 2016 .

Il mercato “delle case” dopo anni di “buio” ,  chiude in positivo per il terzo anno consecutivo.

Infatti nel 2016 sono stati compravenduti oltre 1 milione di immobili, un risultato che non veniva raggiunto dal 2011.

Di questi oltre la metà (528.865) di edifici venduti sono abitazioni.

Il settore residenziale è cresciuto infatti del 18,9% rispetto al 2015, mentre l’aumento registrato nel IV trimestre dell’anno appena trascorso è del 15,2%.

Secondo la nota trimestrale dell’Agenzia delle Entrate relativa al IV trimestre del 2016, nell’ultimo periodo dell’anno si sono compravenduti oltre 326.141 immobili (+16,4% rispetto al IV trim del 2015), mentre il saldo totale dell’anno è pari a 1.141.012, una cifra che non si raggiungeva dal 2011.

Analizzando l’andamento del mercato residenziale per aree geografiche si vede anche nell’ultimo trimestre dell’anno, a trainare il settore è il Nord (+18,7%), con 7-8 punti percentuali in più rispetto alle altre due macro aree.

Un trend significativo dunque, spinto soprattutto dalla diminuzione dei prezzi e dai mutui finalmente più accessibili; non dimentichiamo infatti che dal 2007 le abitazioni hanno ceduto il 39,7% del loro valore.

Che cosa dobbiamo aspettarci per il  2017 quindi ?

Le vendite per il 2017 sono attese ancora in aumento (tra +6% e +8% a livello nazionale) e questo tendenza interesserà tutte le realtà territoriali.

Di contropartita però sul versante prezzi ci aspettiamo una chiusura dell’anno con un calo tra -2% e 0% e un leggero aumento (tra 0% e +2%) per il 2017 ma solo per le grandi città, mentre per i capoluoghi di provincia e per l’hinterland delle grandi città occorrerà aspettare il 2018.

Tutto questo che cosa ci vuole dire ? Che le transazioni sono aumentate si , ma di contropartita i prezzi sono rimasti pressochè invariati se non addirittura calati.

per questo è importantissimo se non fondamentale,  per chiunque decida di mettere in vendita il proprio immobile , posizionarlo nella giusta fascia di prezzo di richiesta allo scopo di non svalutarlo ma nemmeno metterlo al di sopra delle quotazioni medie di mercato e quindi non appetibile ad una clientela che negli anni si è sempre fatta più esigente e preparata.

Con un semplice strumento come l’ANALISI COMPARATIVA DI MERCATO, il proprietario potrà conoscere attraverso la comparazione dei prezzi degli immobili venduti e quelli ancora in vendita, a parità di caratteristiche, ubicazione, metratura ,ecc, il giusto prezzo di richiesta in modo da poter vendere il proprio immobile in massimo 3/6 mesi.

Per info Annalisa Dini Verenini consulente REMAX 340/9288808   ADINIVERENINI@REMAX.IT

No comments

*