Uccise padre e figlio vicini di casa, ritenuto capace di intendere e di volere

Sarebbe capace di intendere e di volere Fabrizio Barna, il disoccupato di 53 anni di Sesto Fiorentino (Firenze) arrestato il 21 ottobre scorso dopo aver ucciso a colpi di pistola i vicini di casa, Salvatore Andronico di 66 anni e il figlio Simone di 31. A stabilirlo, una perizia disposta dal giudice per le indagini preliminari, e discussa oggi in sede di incidente probatorio. Secondo quanto emerso nel corso delle indagini, coordinate dalla pm Christine Von Borries, Barna uccise i vicini poiché infastidito dai rumori che producevano coi lavori di ristrutturazione della loro proprietà. Interrogato dopo l’arresto, il 53enne disse al giudice di non ricordare nulla del momento dell’omicidio.

Omicidio