Un’altra brutta storia a Viareggio, Giordano dopo aver perso il lavoro dorme in auto: e il caso diventa politico

VIAREGGIO – Un’altra brutta storia, a Viareggio. Dopo Marco, l’uomo che viveva in pineta, è la volta di Giordano, 55 anni, che lavorava nei cantieri e, dopo aver perso il lavoro, si trova costretto a dormire in auto da oltre un anno. Il video è stato postato su Facebook da Dina Lazzerini, della Lega Nord, anche sul gruppo Viareggio Mia, per rendere visibile la sua vicenda e poterlo aiutare. Giordano, si legge nel post, sa fare il verniciatore, ma per lui qualunque lavoro va bene: l’importante è tirare su qualche soldo

“Domani – spiega Lazzerini –  lo porteremo a far vedere da un medico perché è raffreddato e potrebbe avere una bronchite, poi visto la posizione nella quale è costretto a dormire in macchina, gli si stanno deformando la schiena e le spalle. Lui ora ha un problema con la burocrazia, non riesce a fare il 730 perché non ha i 70 euro necessari per fare la dichiarazione dei redditi poiché l’anno scorso è riuscito a trovare un lavoretto per 4 mesi. Dichiarazione  obbligatoria per fare domanda per un aiuto economico. Mi chiedo come farà questa povera persona? Possibile che non ci sia una legge per fare pagare al sociale questi 70 euro? Ora lui ha la residenza a Viareggio fino a dicembre poi non avrà più diritto al medico e nemmeno ad essere aiutato perché non residente, così lui ci ha detto. In questi giorni lo porteremo al Sociale per vedere di aiutarlo, perché è questo che dobbiamo fare tra noi italiani, cercare di aiutarci l’uno con l’altro. Per i 70 euro vedremo di fare una colletta tra noi cittadini per riuscire almeno a fargli fare la dichiarazione dei redditi. Se qualcuno ha un lavoro da offrirgli anche solo qualche mese, è italiano ed un essere umano e non è giusto che viva in queste condizioni al limite dell’umanità. È solo un italiano disperato. Aiutateci ad aiutarlo. Non è giusto che gli italiani vivano in queste condizioni. Sono disperati”.

Grazie Dina Lazzerini ed Emanuele Battella, iscritti alla Lega, per aver segnalato l’ennesima situazione in cui versano tanti concittadini, tanti Italiani, che hanno perso il lavoro e poi la casa”, commenta sotto al post Massimiliano Baldini -:” Ne parliamo insieme alla riunione”. “È evidente che questo signore andrebbe realmente aiutato e speriamo che gli uffici possano realmente mettersi in moto per aiutare Giordano – gli risponde Luigi Troiso aggiungendo: “Trovo disgustoso, dinanzi a un problema così grave, mettere un “marchio di fabbrica”, “iscritti alla Lega”.  Troiso, contattato dalla nostra redazione, ha assicurato di aver già preso contatto questa mattina con l’assessore al sociale del comune di Viareggio Gabriele Tomei.
Qui il video:

Lascia un commento