Bloccata e palpeggiata a scuola, due giovani sotto accusa

AREZZO- “Uno teneva chiusa la porta, l’altro mi palpeggiava e mi baciava”: è l’accusa di una ragazza di 15 anni nei confronti di due ragazzi, uno diciottenne e l’altro minorenne. Entrambi accusati di sequestro di persona e di violenza sessuale.

L’episodio sarebbe avvenuto a scuola, a ottobre nell’Istituto Onnicomprensivo di Pieve Santo Stefano, durante un’assemblea. Pochi minuti, dopo i quali i due l’avrebbero lasciata andare. Mentre lei si è andata a sfogare con la preside: immediata la denuncia ai carabinieri e l’apertura di due fascicoli, uno in Procura nei confroNti del maggiorenne e l’altro a Firenze, alla Procura minorile.

Nei giorni scorsi il racconto è stato ripetuto in Tribunale, nel corso di un incidente probatorio condotto con l’assistenza di una psicologa. A quanto risulta il diciottenne di origine magrebina sarebbe stato già espulso dalla scuola, ma appoggiato dal suo avvocato nega qualunque responsabilità.