Uso e abuso delle armi, la onlus nata dopo la carneficina alla Gifas presente al Carnevale col carro “Bang Bang”

0
VIAREGGIO – Uso e abuso delle armi in Italia, al Carnevale di Viareggio durante i corsi mascherati, dal carro dei fratelli Cinquini verrà lanciato un messaggio da parte dell’associazione nata nel 2012 in seguito alla gravissima vicenda che nel 2010 ha colpito due famiglie, quando il 23 luglio presso gli uffici della Gifas Electric di Massarosa entrò un ex dipendente con gravi problemi psichici in possesso di un’arma regolarmente detenuta e uccise  Luca Ceragioli e il suo collega Jan Hilmer. L’associazione “Ognivolta Onlus – associazione familiari e amici di Luca e Jan” da allora si batte per una sensibilizzazione sull’abuso delle armi e sulla regolamentazione della normativa sul rilascio del porto d’armi nel nostro Paese: “Crediamo che attraverso varie forme di intervento, da quella politica a quella sociale, nelle scuole, e in ogni contesto dove si possa far riflettere su questa problematica, si possa cambiare qualcosa per una maggiore sicurezza delle nostre collettività, dove a volte succedono tragedie che pensavamo succedessero solo nei film o nel lontano far west”. Al Carnevale saranno presenti a fianco del carro “Bang Bang” dei fratelli Cinquini,  in una sorta di connubio sul tema dell’uso indiscriminato delle armi  in America e in Italia,  nelle domeniche 5-12-26 febbraio 2017  dalle 11 alle 14,offrendo ai passanti uno sguardo alternativo e sociale della manifestazione carnevalesca, e verranno anche raccolte le firme per sollecitare la discussione e l’approvazione del ddl 583 presentato nel 2013 dalla senatrice  del Pd Manuela Granaiola.

No comments