Vaccini in Toscana, Fdi: “Sarebbe un errore non coinvolgere i medici in pensione”

I consiglieri regionali Veneri e Petrucci ed il Coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Rossi annunciano un’interrogazione alla Regione, per utilizzare i medici in congedo per accelerare le vaccinazioni

“Riteniamo che sia quanto mai opportuno il coinvolgimento dei medici in pensione per accelerare le vaccinazioni, soprattutto in territori a basso rischio di contagi come è, al momento, quello della provincia di Grosseto. Si tratta di un impegno accolto favorevolmente sia dall’Ordine dei medici che dall’Asl. Si registra un fronte compatto per questa scelta che ha un elevato valore etico e professionale” dichiarano il Coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Fabrizio Rossi, ed i Consiglieri regionali Gabriele Veneri e Diego Petrucci, quest’ultimo componente della Commissione Sanità.
I consiglieri regionali annunciano un’interrogazione alla Regione per utilizzare i medici in congedo per accelerare le vaccinazioni.
“La vicenda di Fabrizio Fabiano, che si era offerto di dare una mano per le vaccinazioni ma ha trovato solo ostacoli, deve essere uno stimolo a superare le pastoie burocratiche e rilanciare, con tutte le forze disponibili, una lotta senza quartiere al Covid. Non c’erano motivi per respingere la richiesta del dottor Fabiano. In emergenza nazionale da oltre un anno non possiamo permettere alla burocrazia di frenare volontà e professionalità: in questa pandemia l’esperienza medica può e deve fare la differenza. Bisogna proseguire con sempre maggior efficacia e rapidità la campagna di vaccinazione: sarebbe un errore non coinvolgere tutte le professionalità disponibili”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: