Vende cocaina a una donna in via Mazzini all’altezza di piazza Dante: arrestato

VIAREGGIO – Una pattuglia della squadra Anticrimine del Commissariato, in servizio a bordo di motocicletta in abiti civili, impegnata nel servizio di contrasto al crimine diffuso, mentre transitava in via Mazzini all’altezza dell’incrocio con la piazza Dante ha notato un cittadino nordafricano che confabulava con una donna, con la quale in pochi attimi si scambiava qualcosa.

Insospettiti da tali atteggiamenti e ipotizzando qualcosa di illecito, gli operatori intervenivano immediatamente, riuscendo a bloccare entrambe le persone. Al cospetto dei poliziotti, la donna consegnava subito due piccoli involucri di cellophane, contenenti sostanza stupefacente, che aveva acquistato dal cittadino straniero in cambio dei soldi.

Costui pertanto veniva condotto in ufficio in stato di arresto; a seguito di perquisizione personale è stata sequestrata una somma di denaro in banconote di vario taglio, provento dell’attività illecita mentre dall’analisi chimica, la sostanza stupefacente è risultata essere cocaina.

Trattenuto presso le camere di attesa del Commissariato l’arrestato, irregolare sul territorio nazionale e gravato da precedenti di Polizia, nella giornata odierna è stato tradotto presso il Tribunale di Lucca per essere processato con giudizio direttissimo; al termine, l’imputato è stato condannato ad una pena di un anno e otto mesi, con divieto di dimora nel comune di Viareggio.

Nella tarda serata di ieri, invece, una pattuglia della squadra Volante è intervenuta in Lido di Camaiore, ove ha tratto in arresto, grazie alla segnalazione e collaborazione di alcuni cittadini, un extracomunitario responsabile di tentato furto aggravato in quanto, dopo aver infranto un finestrino, si era introdotto all’interno di un’autovettura per trafugarla.

Dopo una breve fuga, il responsabile è stato bloccato e tratto in arresto.

Nella mattinata odierna, al termine della udienza per rito direttissimo, l’imputato, già gravato da numerosi pregiudizi penali e non regolare con la posizione di soggiorno sul territorio nazionale, è stato sottoposto al regime cautelare della custodia in carcere.

Nella giornata di ieri il Questore di Lucca, Vito Montaruli, ha convocato una riunione tecnico-operativa, tenutasi con i Dirigenti dei Commissariati di Viareggio e Forte dei Marmi, per elaborare più incisivi piani di contrasto dei fenomeni criminali e di illegalità diffusa, basati in particolare sul mirato ricorso all’applicazione delle misure di prevenzione, previste dal legislatore e sul maggiore affinamento e diversificazione delle strategie di controllo del territorio, in base alle criticità rilevate sul territorio.

Lascia un commento