Venditore abusivo offre cibo ad agenti in borghese, scatta la rissa

FIRENZE – Ha offerto un piatto tipico peruviano e una bibita ad alcuni agenti della polizia municipale in borghese pensando che fossero turisti, e quando si è reso conto di essere finito nei guai li ha aggrediti. Sono stati momenti di tensione ieri pomeriggio nelle vicinanze della galleria commerciale di via Alamanni.

Gli agenti infatti, erano impegnati in un controllo nella zona della stazione di Santa Maria Novella quando hanno notato cinque zaini pieni di bibite, e vaschette di generi alimentari cotti, apparentemente abbandonati. Mentre si stavano avvicinando è arrivato un uomo che ha offerto in vendita una bibita e una vaschetta di cibo cotto preconfezionato, presentandolo come specialità peruviana. Gli agenti hanno finto di accettare l’acquisto del cibo al costo di 6 euro e poi, dopo essersi qualificati, hanno chiesto all’uomo e alla moglie, sopraggiunta poco dopo, i documenti di identità.

La donna, una 45enne peruviana, ha mostrato un permesso di soggiorno scaduto nel 2018, mentre il marito ha detto di non avere documenti, mostrando solo un tesserino sanitario. I coniugi hanno tentato di allontanarsi con gli zaini, ma la pattuglia ha subito fermato la donna, mentre l’uomo è stato bloccato in fondo alla scalinata. Sentendosi alla strette, l’uomo si è ribellato gettando contro gli agenti prima delle vaschette di cibo e poi strappando con violenza la radio a un agente, mentre stava chiamando la centrale, facendolo cadere: non contento l’ha aggredito colpendolo ripetutamente, strappandogli la camicia ferendo poi anche altri due agenti. Tutto contornato da insulti e minacce.

L’uomo è stato bloccato dagli agenti arrivati in supporto e portato presso gli uffici della municipale per l’identificazione tramite foto segnalazione. È risultato un 48enne peruviano che non aveva rinnovato la carta di soggiorno. Gli agenti sono stati portati al pronto soccorso riportando ferite guaribili tra i 4 e 15 giorni.

L’uomo è stato denunciato per lesioni e resistenza, violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale e arrestato,