Verde, adeguamento del regolamento

0

MASSAROSA – L’Assessore all’Ambiente Agnese Marchetti continua il suo operato nell’ottica del percorso virtuoso “rifiuti zero” affrontando il delicato tema della gestione dei residui vegetali.
Ieri sera il Consiglio Comunale, con atto n.93 del 26/10/2015, a tal proposito ha votato alcune modifiche al regolamento per la tutela del verde, resesi necessarie per il recepimento di modifiche alle norme che regolano il settore, con l’allineamento alle disposizioni del nuovo regolamento forestale DPGR 53/R-2015.
In sostanza il legislatore è intervenuto sull’annosa questione delle abbruciature dei residui vegetali; tale modifica abbraccia pienamente il concetto che classifica tali materiali al di fuori della categoria dei rifiuti in quanto materiali facenti parte delle normali pratiche agricole e come tali viene consentito e agevolato il reimpiego di questi come sostanza concimanti e ammendanti e non l’attività di gestione dei rifiuti.
In tale direzione anche l’Assessorato all’Ambiente di Massarosa ha promosso e promuove tutt’ora una sensibilizzazione a tale pratica che è propedeutica e necessaria per consentire l’auspicata diminuzione di rifiuti alla fonte.

“L’utente per procedere alle procedure di abbruciamento deve compilare una comunicazione, semplificata rispetto al passato, – dichiara l’Assessore all’Ambiente Agnese Marchetti- recandosi presso l’Ufficio Ambiente, durante l’orario di apertura, o l’Ufficio Polizia Municipale.” Il modulo che è a disposizione sul sito internet comunale, può anche essere spedito comodamente da casa ed inviato via email o via fax ai numeri indicati.
“Quello che cambia, – precisa l’Assessore all’Ambiente Agnese Marchetti- è che sono state notevolmente agevolate le operazioni di abbruciamento: è possibile infatti effettuare tale operazione ad una distanza di 50 metri dagli edifici, dai boschi, dai mucchi di paglia, fieno e qualsiasi altro deposito da materia combustibile e non più oltre 100 metri come previsto antecedentemente. La comunicazione di inizio abbruciamento può essere presentata anche una sola volta per tutto il periodo non compreso dal 1^ luglio al 31 agosto, periodo di assoluto divieto, fermo restando eventuali specifici divieti stabiliti di volta in volta dalle Autorità Competenti. Altra novità è che la comunicazione di abbruciamento consente l’inizio delle operazioni nelle 24 ore successive alla presentazione della comunicazione stessa”.
Restano ovviamente, continua Agnese Marchetti, da rispettare semplici ma importanti condizioni, contenute nel modello di cui sopra, che sono concordate anche con il settore della Protezione Civile Comunale, con l’Assessore alla Protezione Civile, Damasco Rosi e con il Comando di Polizia Municipale, quali, tra l’altro, procedere all’abbruciamento in assenza di vento, tenere il fuoco sotto custodia fino al suo spegnimento prestando particolare attenzione a non arrecare disturbi a terzi.”

No comments