Ultime News

Viareggio, Fratelli d’Italia: Del Ghingaro dovrebbe essere in prima linea e non comodamente seduto sulla poltrona di casa

Viareggio (LU) – Capiamo le direttive nazionali di uscire di casa il meno possibile per contrastare il contagio del Codiv-19, ma ci sembra alquanto esagerato che il sindaco di una città come Viareggio da giorni faccia dirette facebook comodamente seduto sulla poltrona di casa circondato dai suoi bei quadri. A parlare il Direttivo di Fratelli d’Italia Viareggio. Nonostante l’emergenza coronavirus, sono centinaia le persone che ogni giorno sono costrette ad uscire per motivi di lavoro o di urgenza: medici, infermieri, farmacisti, assistenti sanitari, per non parlare dei volontari che stanno aiutando in mille modi la fascia di popolazione più a rischio, quella degli anziani. In tutto questo caos, il primo cittadino di una città che conta ben 62mila abitanti da giorni è rintanato nel suo salotto di casa (che come tutti sappiamo non si trova a Viareggio, bensì a Capannori ) da dove manda video-messaggi e fa dirette facebook. Sinceramente ci saremmo aspettati di trovarlo in prima linea per combattere questa complessa battaglia, come un capitano che guida la sua squadra, ruolo che un primo cittadino dovrebbe ricoprire e come vediamo fare ai sindaci delle altre città. Abbiamo ricevuto diverse lamentele a tale proposito, poiché un pubblico ufficiale dovrebbe non solo dare l’esempio, ma restare a fianco dei propri cittadini a guida della città e dal suo ufficio in Municipio rimanere h24 a disposizione della cittadinanza, magari facendo altrove la propria quarantena, senza tornare a casa e rischiare di contagiare i familiari. Capiamo che è una situazione dura e difficile per tutti, ma ci sono moltissime famiglie che hanno figli, genitori, parenti che rischiano ogni giorno per svolgere il proprio lavoro o dare una mano: a maggior ragione un sindaco dovrebbe essere in questo momento primus inter pares e far prevalere il senso di responsabilità.