“Viareggio? Non si può pensare di risolvere il problema con lo stesso pensiero che l’ha creato”

0

VIAREGGIO – “Le ultime elezioni di Viareggio sono state annullate, dopo oltre un anno dalle votazioni, e si profila il commissario. L’ennesimo dopo quattro commissari prefettizi e l’incoronazione di Del Ghingaro, sorta di commissario eletto dai cittadini viareggini per incapacità della classe dirigente viareggina”. La nota stampa arriva da Mario Navari: ” Tutti a dire che le sentenze non si commentano ma annullare un esito elettorale ad un anno di distanza dalle elezioni con scelte politiche operate (lavori, incarichi, delibere,ecc) si commenta da sola. Senza parole. Forse potremmo proporre a tali membri del Tar un abbonamento al prossimo Carnevale per meriti sul campo. La politica sembra reagire nel peggiore dei modi, con le destre esultanti pronte a riabbracciarsi sulle macerie della città e con un Pd lacerato tra renziani della senatrice Granaiola contro i renziani del segretario di federazione Dati. Risulta chiaro che devono essere eliminati i responsabili dei madornali errori nel conto delle schede ma la vera sinistra avrebbe un compito ulteriore. Occorre un sussulto dal torpore che l’ha contraddistinta negli ultimi periodi, per essere capace di reinventarsi rilanciando la città di Viareggio e sapendo affrontare nuovamente le ripercussioni del commissariamento che pagheranno i cittadini in termini di servizi e diritti nel campo sanitario, sociale, occupazionale, turistico e nella gestione dello stesso ente. Ovviamente deve rimanere un giudizio fortemente critico sull’operato Del Ghingaro senza dimenticare che la sentenza in oggetto rappresenta un regalo all’astensionismno e ai movimenti di protesta di “pancia”: 5stelle (attualmente non pervenuti) e alla Lega di Salvini-Baldini. Evocando il famoso pensatore, non si può pensare di risolvere il problema con lo stesso tipo di pensiero che l’ha creato”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: