Viareggio e Pietrasanta, nuova giunta insieme su turismo, sanità e balneazione: pensieri politici diversi ma insieme per il bene comune

0

VIAREGGIO – Le Amministrazioni di Viareggio e Pietrasanta si sono incontrate questa mattina, mercoledì 7 giugno, al chiostro di Sant’Agostino per la seconda giunta congiunta presieduta dal sindaco di Pietrasanta, Massimo Mallegni e dal sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro: la seduta è stata anticipata da una visita guidata al Museo dei Bozzetti, alla mostra di Giuseppe Carta, alla Biblioteca e all’Archivio.

Si è parlato di turismo e promozione del territorio, sanità e politiche sociali, balneazione e gestione del personale.

Grande rammarico per l’assenza di tutti i comuni della Versilia invitati dai due sindaci a partecipare alla giunta: ma nessuno – Camaiore, Massarosa, Forte dei Marmi, Stazzema e Seravezza – ha risposto.

“Sono state fatte molte chiacchiere in questi anni ma alla fine contano i fatti ed i fatti dicono, oggi, che solo Pietrasanta e Viareggio hanno l’interesse a collaborare nonostante i due sindaci abbiamo pensieri politici diversi – ha spiegato Del Ghingaro in apertura dei lavori –. Oggi facciamo un passo in avanti importantissimo in questa direzione. I punti in comune tra Pietrasanta e Viareggio sono tantissimi: partiamo da turismo, cultura, politiche sociali e balneazione”.

 Turismo:

Promozione “sinergica” con un depliant informativo, tascabile, immediato e veloce, per “spingere” le programmazioni del Festival lirico Puccini e del Festival Versiliana comunicando, per la prima volta, un’offerta culturale unica.

“I direttori artistici della Fondazione Pucciniano e Fondazione Versiliana si sono già incontrati – hanno spiegato i due sindaci – e stiamo lavorando ad una comunicazione congiunta sia per ottimizzare le energie e le risorse umane sia per intercettare una fetta di pubblico e turisti enorme che sceglie la Versilia e la costa Toscana. Per esempio – hanno spiegato – chi acquisterà un biglietto per uno degli spettacoli di prosa del Festival Versiliana avrà diritto ad uno sconto del 15% sul biglietto per un’opera lirica. E viceversa. La cartellonistica dei rispettivi Festival e spettacoli sarà installata nelle due biglietterie ufficiali. I bozzetti del Museo ospitati nel Chiostro traslocheranno temporaneamente, con una selezione delle prove d’artista più belle e famose, a Villa Paolina andando a rianimare uno spazio culturale centrale nel sistema museale e culturale di Viareggio e della Versilia. Stiamo anche ragionando ad un ampliamento della composizione della cabina di regia di Start che ha il compito di costruire la programmazione degli eventi di Pietrasanta a rappresentanti indicati dal Comune di Viareggio, alla vendita dei biglietti presso le biglietterie anche online e ad un marchio di promozione Viareggio Pietrasanta”.

Sanità:

Giorgio del Ghingaro e Massimo Mallegni: non si fa politica sulla salute del cittadino. Viareggio e Pietrasanta fuori dalla Società della Salute.

L’uscita dalla Società della Salute sarà ratificata entro il 15 giugno: questo quanto deciso dalle giunte di Viareggio e Pietrasanta che si sono riunite questa mattina nei locali del complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta.

«Viareggio e Pietrasanta insieme hanno in mente un modello che potrà ottenere risultati veri sul territorio: quei risultati che avrebbero dovuto essere portati dalla Sds se non fosse stata snaturata dal suo interno – dichiarano i sindaci Giorgio Del Ghingaro e Massimo Mallegni -. La Sds è un soggetto che dovrebbe fare integrazione socio sanitaria, invece qui sembra solo un mezzo per ottenere poltrone e visibilità».

«I nostri due assessorati al sociale invece – continuano i due sindaci – stanno lavorando insieme su due fronti. Da un lato stanno ricostruendo le basi per poter realizzare una programmazione congiunta dei servizi socio sanitari e socio assistenziali del territorio. Cosa che dovrebbe essere fatta attraverso il “Piano di Salute” ma che la Sds nn fa. Dall’altro lato poi stiamo organizzando un calendario di appuntamenti di livello nazionale».

In programma già a settembre due convegni, in collaborazione con l’università di Pisa e la Scuola superiore Sant’Anna, uno a Viareggio l’altro a Pietrasanta, che faranno formazione e aggiornamento e che saranno rivolti sia alle associazioni che agli operatori sociali: caldi i temi scelti, uno sul contrasto alla marginalità grave l’altro sulla Legge 33 del 2017 sul reddito di inclusione.

«La Sds potrebbe essere una risorsa invece in Versilia ha contenuti minimalissimi: è diventata ad esclusivo appannaggio del Pd che la considera cosa sua e fa politica sulla salute dei cittadini. Durante l’ultima assemblea della Sds una minoranza ha eletto un presidente. Abbiamo fatto presente che non era un’operazione corretta né dal punto di vista giuridico né da quello politico. Nonostante questo, l’attuale presidente ha convocato una assemblea per il 15 giugno prossimo. Assemblea che quindi, non ha la legittimazione necessaria per essere tenuta».

«Non solo: dopo tanto parlare da parte del segretario perdente del Pd, della mancanza del direttore della Sds, all’ordine del giorno della prossima assemblea non è prevista la sua nomina. Perché?»

«E’ un fatto che la Sds così com’è non serve a nessuno: né alla Versilia né alla Sanità – continuano i due sindaci -. Viareggio e Pietrasanta insieme hanno la maggioranza dei cittadini della Versilia: senza i nostri Comuni la Sds non solo non ha senso di esistere, (la Sds si scioglie automaticamente se non rappresenta almeno il 75% degli abitanti della zona) ma non ha i numeri di legge per essere rappresentativa. Per questo, nelle prossime sedute, le nostre singole giunte delibereranno la possibilità di uscirne».

Qualità delle acque: 

Del Dotto dovrebbe scusarsi con la comunità per divieti di balneazione.

 «Prenderemo ulteriori provvedimenti dopo il guasto al depuratore alla foce di Motrone che ha costretto il Comune di Pietrasanta ad emettere un’ordinanza di non balneabilità delle acque. – hanno confermato – Non è pensabile chiudere dei tratti di spiaggia all’inizio della stagione balneare per una inefficienza manifestata in maniera clamorosa da parte del Comune di Camaiore che, fortunatamente, non è più capo fila dopo l’esautorazione da parte della Regione Toscana. L’obiettivo è salvaguardare le spiagge e l’impresa turistiche: compito che il Comune di Camaiore non ha saputo ottenere».

«La campagna elettorale che interessa il Comune di Camaiore ha distratto l’attenzione da un tema centrale per il turismo provocando un danno a tutta la comunità della Versilia. Del Dotto avrebbero dovuto scusarsi con la comunità per aver rimandando l’attivazione degli impianti di peracetico che con molta probabilità ci avrebbero salvato. L’accordo è del 2014 e siamo ancora a fare le prove nelle idrovore. Forse da domani inizieranno quelle nei fiumi. La sperimentazione non è ancora partita. Accenderli alla fine dell’estate non avrebbe alcun senso. Rischiamo di perdere un altro anno. I gestori stabilimenti balneari chiederanno i danni a Gaia Spa e Comune di Camaiore in qualità di soggetto attuatore e firmatario dei contratti? Fanno bene! Il mare pulito e balneabile è un dritto per imprese, turismo e residenti. Qui non ci sono motivi di carattere politico – precisa Mallegni – ma di tutela e salvaguardia del territorio e di un’economia sulla quale questo territorio si basa. Il Comune di Camaiore ha confuso l’impianto peracetico come le asfaltature fatte in extremis in vista delle elezioni. La differenza è che l’asfalto ci mette poco ad essere efficace». E’ il commento di Massimo Mallegni, Sindaco di Pietrasanta in seguito all’estensione del divieto di balneabilità che ha interessato un tratto della costa di Marina di Pietrasanta.

«Stiamo infine approfondendo il tema della gestione del personale congiunta, per condividere professionalità e obiettivi – concludono i sindaci Del Ghingaro e Mallegni -. Un grande lavoro di sinergia che porterà risultati tangibili e concreti per i nostri territori».

 

 

 

 

No comments