Virus Cina, Alberti: “Bene rafforzamento controlli su porti e aeroporti”

“Sono contento che finalmente si sia deciso a livello centrale di aumentare i controlli in tutti gli aeroporti e i porti, non solo a Fiumicino o dove arrivano voli diretti dalla Cina – dice il consigliere regionale Jacopo Alberti – la scorsa settimana, con la nave da crociera a Civitavecchia, abbiamo visto a cosa si poteva andare incontro in caso di arrivi incontrollati. Qualcuno deve finalmente aver capito che chiedere più controlli non significa essere razzisti, ma voler tutelare la salute di tutta la popolazione. Ora spero che al più presto si proceda a Peretola e al Galileo Galilei anche con i voli non provenienti dalla Cina, così come nel porto di Livorno dove arrivano le crociere”.

“Su Prato, la scorsa settimana avevo auspicato più controlli sia sulle persone che sulle merci in arrivo in città, quindi non posso che appoggiare la richiesta del sindaco di una task force dedicata. Ma questa richiesta doveva essere fatta molto prima. Le preoccupazioni dei cittadini, inevitabili viste anche le immagini che arrivano dalla Cina di città fantasma blindate e in quarantena, dovevano essere ascoltate prima. I pratesi – conclude Alberti – hanno tutto il diritto di essere preoccupati e hanno soprattutto il diritto, a questo punto, di essere rassicurati e sentirsi protetti. E la politica della città fino a oggi si è trincerata dietro discorsi ideologici e buonisti, invece di dare risposte concrete”.

albertilega