Virus Cina, Mugnai (FI): “Governo attivi misure speciali di controllo in città dove si festeggia Capodanno cinese”

“Il nuovo virus che sta colpendo la Cina si sta diffondendo e rischia di raggiungere un ulteriore livello. Il Governo non può trascurare il pericolo, soprattutto nelle città interessate dai festeggiamenti del Capodanno Cinese, evento che richiama e raccoglie diverse migliaia di persone”. Così l’On. Stefano Mugnai, vice presidente del gruppo Camera di Forza Italia e coordinatore regionale toscano, che insieme all’On. Erica Mazzetti ha presentato un’interrogazione urgente per chiedere ulteriori misure speciali di sicurezza e di controllo, non solo all’aeroporto di Fiumicino di Roma per i voli intercontinentali provenienti dalla città focolaio di Whuan, dove il personale sanitario farà un esame dei passeggeri appena scesi dagli aerei interessati, ma anche in altri aeroporti come quelli di Firenze e Pisa che vedono il transito di numerosi passeggeri provenienti dall’Oriente.

“A fine gennaio si terranno manifestazioni per il Capodanno cinese nelle principali città della Toscana, tra cui Prato. Ci chiediamo quindi se il Governo e la Regione Toscana si stiano attivando o abbiano attivato controlli speciali nei principali aeroporti. Il coronavirus si trasmetterebbe anche attraverso il contagio tra persone e la città cinese di Whuan è il capoluogo della provincia di Hubei, distante solo 850 chilometri da Wenzhou e dallo Zhejiang, la provincia da cui proviene la maggior parte dei cinesi residenti a Prato. In attesa delle decisioni di domani del Comitato d’emergenza dell’Organizzazione mondiale della sanità che si riunirà a Ginevra per valutare se l’infezione rappresenti un’emergenza di salute pubblica di livello internazionale e quali raccomandazioni dovrebbero essere fatte per fronteggiarla, è essenziale che vengano prese tutte le misure necessarie per tutelare i cittadini e la salute pubblica” conclude Mugnai.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: