Voce Uomo apre anche a Firenze: l’avvocato Montano presenta il nuovo sportello

FIRENZE – Oggi, 14 dicembre, a Palazzo Medici Riccardi, in sala Oriana Fallaci, su iniziativa del consigliere della città metropolitana Antonio Lauria, è stata presentato lo sportello di ascolto dell’associazione Voce Uomo, presieduta a livello nazionale dall avvocato Antonietta Montano .
Il punto di ascolto Voce Uomo  a Firenze è  collocato presso l’associazione “Gli angeli” di Firenze  grazie alla disponibilità della Presidente Carla Arrighetti ( sede in via S Agostino 19).
Rappresenteranno l associazione voce uomo sul territorio fiorentino gli avvocati Rossella Giommi e Iacopo Casetti

La storia dell’associazione:

Nell’Ottobre del 2015 si costituisce  in Campania, a Santa Maria Capua Vetere, l’Associazione Nazionale “Voce Uomo” ideata e presieduta da Antonietta Montano . L’associazione ha finalità di solidarietà sociale, si rivolge  in generale all’intero nucleo familiare,  in particolare  agli  uomini che versano in una situazione di disagio dentro e fuori le mura domestiche ed ai padri separati e/o divorziati  o in procinto di separazione e/o divorzio in difficoltà,  al fine di perseguire i seguenti scopi: fornire orientamento  giuridico, morale, psicologico, proporsi come luogo di incontro e di aggregazione spontanea, porsi come punto di riferimento di attività culturali quali convegni, conferenze, dibattiti, seminari, attività di formazione, attività editoriale, pubblicazione di bollettini, pubblicazione di atti di convegni, di seminari, nonché degli studi e delle ricerche compiute.
Voce Uomo vuole essere una porta aperta per ascoltare e consigliare, accogliere e sostenere  uomini che possono trovarsi nelle più svariate difficoltà familiari, lavorative, legali.  L’obiettivo dell’Associazione è accogliere e tutelare l’uomo in quanto persona nella sua integrità perché possa riaffermarsi il suo diritto alla vita. Pensiamo in particolare alla crisi della famiglia, nonché  alla ricorrente  condizione di impoverimento morale e materiale  di moltissimi  uomini  e padri separati e/o divorziati. Sono loro la nuova piaga sociale, spiega l’avvocatessa Montano: Voce Uomo vuole così offrire il proprio contributo non solo al singolo individuo, uomo, che si trova oggi in una specifica difficoltà, ma al suo nucleo familiare e al suo contesto sociale per tutelarne i diritti, recuperarne e valorizzarne la funzione sociale ed educativa

Sono presenti sul territorio nazionale le seguenti sedi associative: Viareggio ( sede nazionale) – Caserta ( in collaborazione con l’Osservatorio Giuridico Italiano) Milano e ora anche Firenze .

Bisogna puntare sull’ educazione – aggiunge l’avvocato Montano –  sull’ accoglienza e di conseguenza sulla prevenzione di fenomeni negativi che riguardano i conflitti familiari che potrebbero sfociare in fenomeni di violenza intesa quale  fenomeno trasversale che  riguarda tutti.  Il 20 dicembre 2015 grazie all’immensa disponibilità di Sua Eccellenza Francesco Orazio Piazza del Vescovo di Sessa Aurunca in provincia di Caserta  è stato inaugurato lo sportello dell’Associazione presso il Consultorio Diocesano Giovanni Paolo II di Mondragone (CE) e il 3 dicembre scorso presso il Consultorio diocesano di sessa Aurunca  (CE) .

Siamo attualmente impegnati  – conclude Montano – in un lavoro di  diffusione del registro della bigenitorialità per favorirne l’attivazione presso i comuni ( una sorta di doppio domicilio per i minori figli di genitori separati )  facendo tesoro delle esperienze maturate in altri contesti e apportarvi i correttivi necessari perchè il registro favorisca il superiore interesse del minore e non contribuisca ad inasprire l’oppositività tra i genitori.

Lascia un commento