“Volete il Senato o Barabba? Le ragioni del no al referendum”

LUCCA -Di fronte ad oltre trecento persone si è svolto a Lucca  il convegno dal titolo ” Volete il Senato o Barabba? Le Ragioni del No al referendum costituzionale”, organizzato dalla Fondazione della Libertà e dalla Fondazione Magna Charta. Hanno preso la parola i Senatori  Quagliarello(Idea) e Matteoli (forza Italia)il responsabile del dipartimento economia della lega nord Claudio Borghi. Al tavolo anche il capogruppo di Forza Italia Marco Martinelli. “Si vota non soltanto per la riforma costituzionale che è sbagliata e antidemocratica. Si potrebbe, per esempio, determinare il fatto che con il 22-23% dei voti un partito prenda 340 deputati e governa il Paese”. È quanto sostenuto da Altero Matteoli intervenendo al convegno. La riforma -continua Matteoli- non consente di velocizzare i lavori parlamentari, in base all’art 80, comma 3, il Senato ha la possibilità di bloccare un provvedimento approvato dalla Camera, e siccome al Senato non si potrà mettere la fiducia, i provvedimenti si bloccano. Alcune prerogative del Capo dello Stato vengono surrettiziamente cancellate. A tutto questo si aggiunge che Renzi inizialmente ha impostato la campagna referendaria o con me o contro di me. Da quando governa Renzi non ha risolto un solo problema nel Paese quindi si vota anche sull’operato del presidente del consiglio. Pertanto – conclude Matteoli- il 4 dicembre gli elettori devono votare no.

Lascia un commento