Voleva gettarsi dalla Torre di Pisa, salvato dagli agenti delle volanti

0

PISA – Ci sono delle storie che seppur nella loro drammaticità fa piacere racontare.
Ci sono dei momenti in cui si ha l’orgoglio di appartenere ad una istituzione il cui scopo, al di la degli slogans, è veramente quello di essere a disposizione ed al servizio della collettività.
Questo è una di queste storie, uno di questi momenti.
Spesso il lavoro è fatto di insuccessi, critiche, delusioni, ma quando il risultato è quallo di esssere serviti a qualcuno allora la soddisfazione è grande e rinnova l’impegno a proseguire con sempre maggiore determinazione ed impegno.
Ed è proprio la determinazione e la volontà di raggiungere uno scopo che ti fa conseguire i risultati anche quando questi apppaiono difficili o lontani da raggiungere.
Come ieri pomeriggio, quando un giovane, uno studente universitario fuori sede, non daremo elementi per identificarlo, manda degli sms alla fidanzata ed agli amici ai quali esprime sentimenti autolesionistici per una delusione amorosa. Dopodiché non fa sapere più nulla di se. Abbandona anche il telefonino per non farsi rintracciare.
Gli amici informano la famiglia che si mette in contatto con Sala Operativa della Questura temendo che il giovane possa commemter un insano gesto. Ma di lui non si sa più nulla. Non è presso il suo alloggio, ha lasciato il telefonino e nessuno sa dove sia. La Sala Operativa della Questura riesce a rintracciare alcuni amici. Vengono trovate delle foto, immediatamente diramate alle Forze dell’Ordine ed agli equipaggi presenti in città, ma anche attivate ricerche sul Web. Un amico nel fratttempo riusciva a verificare che il giovane scomparso, poco prima aveva visitato un sito sulla Torre di Pisa. Potrebbe esere una coincidenza, ma non si può esitare: l’ Ispettore di Turno in Sala Operativa inviava le volanti in Piazza dei Miracoli ed informa il personale di servizio nel plesso monumentale.
La scelta si dimostra efficace, infatti nei pressi dellla Torre di Pisa il giovane, un poco confuso, viene rintracciato: ha con se il biglietto per salire sulla torre e dichiara agli agenti ed ai militari dell’esercito che lo hanno rintracciato che era sua intenzione lanciarsi dalla torre.

Acompagnato in Questura è stato fatto intervenire personale medico che ha deciso un ricovero in ospedale.La famiglia è stata informata.

Si può dire che una vita è stata salvata.

No comments