Zucconi (FdI): la città di Lucca entra a buon titolo nelle magnifiche cento del “Wealth report”

Lucca. Tu vedi lunge gli uliveti grigi, che vaporano il viso ai poggi, o Serchio, e la città dall’arborato cerchio, ove dorme la donna del Guinigi.

Così il Vate descriveva Lucca, la meravigliosa cittadina racchiusa nelle sue antiche mura, patria di artisti, poeti e musicisti. Una città che vanta ricchezze storiche e naturali, che trasuda arte nella sua semplicità, sempre elegante, raccolta, mai eccessiva.

Per tutti questi motivi, è stata recentemente inserita all’interno della 13ª edizione del “The wealth report” di Knight’s Frank, un documento che esamina gli investimenti possibilmente più redditizi: la troviamo nella classifica dei “next neighborhoods”, cioè degli insediamenti che, in prospettiva, potranno dare migliori risultati.

“Sono pienamente d’accordo con questo importante riconoscimento internazionale” – afferma l’On. Riccardo Zucconi, deputato di FdI ed eletto proprio nel collegio di Lucca.

“E’ un territorio fruibile a 360 gradi: dalle attività alberghiere e della ristorazione, che offrono i tanto amati prodotti tipici toscani, al commercio, dai grandi eventi internazionali (come il Lucca Summer Festival o LuccaComics) ai mercatini rionali, dalle grandi opere architettoniche, ai siti storici, come la casa natale di Giacomo Puccini. E ancora: la si può godere fra le antiche viuzze del centro storico, oppure nelle aperte campagne circostanti, circondati da storiche ville di aristocratici; accontenta sempre tutti i palati. Ecco perché risulta appetibile al mercato di alto livello che, come sappiamo, non subisce rallentamenti. I grandi investitori internazionali hanno visto in Lucca la ‘città ideale’ dove vivere ed insediarsi, facendo presto parte della comunità”.

“Insomma – conclude Zucconi – Lucca è un chiaro esempio di un sistema produttivo virtuoso sicuramente vincente, auspicabile in molte altre realtà della Toscana”.