Zucconi (FDI): Nel comitato scientifico per la Fase 2 nemmeno un imprenditore con esperienza ‘sul campo’

Leggendo i nomi della task force nominata per affrontare questa fase economica così delicata e quelle – forse per certi versi ancor più difficili – che ci aspettano, non possiamo non rilevare che, stante la professionalità dei partecipanti, non compare nessun nome legato al mondo dell’imprenditoria, nessuno che conosca a fondo le dinamiche del settore  commerciale e turistico e che abbia avuto esperienza sul campo. Nessuna esperienza  e nessuna propositivita’ e la conseguente inadeguatezza pertanto a carico di questa task force che dovrà occuparsi del mondo delle aziende ormai sull’orlo del baratro. Mi chiedo poi come si possa parlare di ripartenza affidandola  a innumerevoli comitati come quello citato, quando invece sarebbe il Governo che dovrebbe operare subito e concretamente e non essere assente, soprattutto per misure riguardanti i settori maggiormente  in crisi.
Ma d’altronde ormai alle ‘assenze’ siamo abituati, basti pensare che al vertice Ue sul coordinamento per il reperimento delle mascherine, svoltosi a Lussemburgo lo scorso 31 gennaio, l’Italia ha pensato bene di non partecipare e poco dopo diventava il paese con più contagi e meno dispositivi di sicurezza al mondo. E non è una fake: controllare per credere. Riccardo Zucconi, deputato di Fratelli d’Italia